Nessuna firma Trump-Kim sul nucleare: borsa di Seul -1,8%. Lighthizer spegne gli entusiasmi sull'accordo Usa-Cina

Borse asiatiche deboli. Sale il dollaro contro lo won coreano. USD/CNH sui minimi da luglio 2018. Denuclearizzazione in stand-by. Dagli Stati Uniti cautela anche sull'accordo Washington-Pechino: questioni "troppo serie".

Fonte: Bloomberg

Debolezza sulle borse del Pacifico, dopo le dichiarazioni del rappresentante al commercio americano, Robert Lighthizer, per il quale sarebbe troppo presto prevedere una fine dei dialoghi Usa-Cina, e a seguito del nulla di fatto tra il presidente Donald Trump e il leader nordcoreano, Kim Jong Un, che nel vertice in Vietnam non sono riusciti a raggiungere un accordo sulla denuclearizzazione della penisola.

Accordo Usa-Cina: questioni "troppo serie"

Tokyo in calo dello 0,8%, Shanghai ed Hong Kong negative in area -0,55% e -0,2%. Maglia nera a Seul, giù dell’1,76%. I listini d'oriente hanno risentito delle caute dichiarazioni fornite da Lighthizer, che hanno sgonfiato gli entusiasmi circa la possibilità che Usa e Cina raggiungano a breve un accordo sul commercio. Le questioni in ballo, secondo lo stesso, sarebbero "troppo serie" per essere risolte con la sola promessa cinese di acquistare più merci americane, mentre ancora tanti passi dovranno esser fatti sul fronte tecnologico e del furto di proprietà industriale.

Dopo le dichiarazioni del rappresentante al commercio, il biglietto verde quota oggi in area leggermente negativa: il dollar Index si conferma al di sotto del livello a 96, in area 95,50 (-0,1%). La coppia USD/CNH quota invece sui minimi dal luglio 2018 attorno a 6,68. Contro euro, il biglietto verde si lascia indietro poco meno dello 0,2%, a ridosso della soglia a 1,14.

Di accordi si è parlato anche nel pomeriggio di ieri, quando Donald Trump ha incontrato il presidente nordcoreano per discutere di denuclearizzazione.

Accordo Usa-Nord Corea: denuclearizzazione rimandata

"I due leader hanno valutato varie soluzioni per superare la questione della denuclearizzazione", ha riferito la portavoce della Casa Bianca, Sarah Sanders. "Non è stato raggiunto alcun accordo in questo momento, ma i rispettivi team hanno espresso la volontà di incontrarsi in futuro".

Salta quindi per il momento la "cerimonia della firma dell'accordo comune". Entrambi i leader hanno lasciato l'hotel Metropole dove si è tenuta la cena all'1:25 del mattino, declinando l’invito per il pranzo successivo inizialmente programmato.

Dopo il meeting, il dollaro americano ha guadagnato terreno contro il won coreano, salendo dello 0,5%.

Donald Trump in mezzo alle trattative

"Se non fossi disposto a farlo, non sarei qui adesso", ha risposto Kim ai giornalisti (attraverso un interprete) interrogato circa la sua disponibilità a rinunciare alle sue armi nucleari, tergiversando su cosa avrebbe comportato la "denuclearizzazione" discussa dai due leader.

Se da un lato gli Stati Uniti chiedono alla Corea del Nord di rinunciare a tutti i suoi programmi nucleari e missilistici, la Corea del Nord chiede che gli Stati Uniti pongano le stesse condizioni anche agli altri alleati asiatici, quali la Corea del Sud ed il Giappone. Tra le richieste di Kim compariva inoltre la revoca delle sanzioni americane.

"Fondamentalmente, (la Corea) voleva che le sanzioni fossero revocate nella loro interezza, ma non potevamo farlo ... dovevamo alzarci", ha detto Trump ai giornalisti.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 74% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.