Market Update -Europa in rosso, atto finale Usa-Cina, stasera Google

Gli indici europei proseguono in territorio negativo stamane in vista del meeting tra Stati Uniti e Cina sul tema commerciale di domani.

Virano in negativo le borse europee nella prima seduta di settimana nonostante la buona partenza degli scambi. Il mood degli operatori rimane incentrato sull'atto finale della saga tra Stati Uniti e Cina che vedrà i negoziatori riunirsi a Pechino. L'incontro dovrebbe essere preparatore a un deal finale a fine maggio.

Intanto questa mattina dalla Cina i dati sui profitti industriali di marzo sono tornati a crescere per la prima volta in quattro mesi.
I recenti dati sono stati tutti migliori delle attese, ma ci vuole ben altro per allontanare i timori di rallentamento per il colosso asiatico.

In Europa, le elezioni spagnole hanno rispecchiato le attese consegnando la vittoria al partito socialista PSOE, anche se senza maggioranza. Oltre a Podemos, ci vorrebbe del partito indipendentista catalano per avere i numeri per governare.

Sul fronte corporate, si aprono due giorni interessanti per i mercati che vedranno protagoniste questa sera Google a mercati chiusi, mentre domani sera toccherà ad Apple. A seguire mercoledì sarà la volta della Federal Reserve, da cui non sono attese variazioni sostanziali alla politica monetaria. Nonostante tutto, gli investitori cercheranno di interpretare la dialettica di Powell per carpire come la Fed l'economia a stelle e strisce dopo il dato sorprendete sul Pil del 1° trimestre. Crediamo che la prudenza verrà adottata almeno fino all'estate, mentre un'apertura a un rialzo dei tassi a fine anno potrebbe esserci solo a settembre in caso di dati macro che confermino il tenore attuale dell'economia.

Infine, l'attenzione si sposterà sui Non Farm Payrolls in agenda venerdì, da cui si attendono conferme dopo il recupero di marzo che ha scacciato via i timori del pessimo dato del mese precedente.

Sui mercati, l'eurodollaro resiste poco sopra 1,1150, mentre il petrolio riprende la discesa dopo che Trump avrebbe nuovamente pressato l'Opec per una discesa dei prezzi e un riequilibrio dell'offerta dopo le sanzioni all'Iran.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 74% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.