Market Update - Torna la prudenza in attesa del round Cina-USA

Le borse europee viaggiano intorno alla parità dopo il rally di venerdì, con l'attenzione rivolta alla ripartenza dei negoziati tra Stati Uniti e Cina che dureranno fino a domani.

Xi_Jinping_Donald_Trump_Trade_Tariff_AP

Borse europee in frazionale rialzo stamane in attesa dell'ennesimo round di negoziati tra Cina e Stati Uniti che partirà questo pomeriggio per proseguire fino a domani. Sarà questo uno dei principali market mover della settimana, con gli investitori che proveranno a dare seguito al forte rimbalzo di venerdì.

Nonostante il rally delle borse, il mood rimane improntato alla cautela. Di sicuro le indicazioni arrivate da Powell venerdì e i buoni dati sul mondo del lavoro americano portano un po' di sollievo tra gli operatori, ma potrebbe non bastare. Gli investitori sembrano essere ancora turbati dalla brutta lettura dell'indice ISM, nonché dai continui dati deboli che arrivano dalla Cina che dalla revisione della guidance sui ricavi da parte di Apple. Proprio a causa di ciò, la Banca centrale cinese venerdì ha tagliato di 100 punti base il requisito di riserva obbligatoria al fine di immettere maggiore liquidità sui mercati.

Oltre alla questione dazi, che rimane ancora lontana dall'essere risolta, gli investitori guardano con una certa preoccupazione anche l'avvicinarsi del voto del Parlamento inglese sull'accordo May sulla Brexit in agenda la prossima settimana. Un'eventuale bocciatura, scenario più probabile al momento, potrebbe aprire a territori inesplorati come ha riferito la stessa May. Sottolineamo che al momento la possibilità di un secondo referendum sembra guadagnare consensi.

Sui mercati il rimbalzo potrebbe durare qualche seduta prima che le vendite ripartano. Da evidenziare il segnale buy arrivato dall'indicatore Bull&Bear di Bank of America-Merrill Lynch, arrivato ai minimi da 3 anni. Anche in questo caso, potremmo assistere a una revisione dei minimi prima che gli acquisti ripartano.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Trova articoli per analista

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 81% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.