Market Update - Occhi puntati sulla Brexit

Apertura di settimana in timido rialzo per le borse europee che attendono dati macro importanti, oltre che le decisioni sulla Brexit.

Per ora il mercato sembra ancora digerire il dato deludente sui nuovi posti di lavoro statunitensi a febbraio, malgrado l'accelerazione della crescita dei salari sia giunta ai massimi da 10 anni. Questa mattina sono arrivate indicazioni deprimenti ancora dalla Germania, che ha visto un calo inatteso della produzione industriale di gennaio.

Così dopo il calo della scorsa settimana, i mercati potrebbero dare seguito ancora a una discesa in questa ottava, proseguendo così la correzione dopo il balzo da inizio anno. Per Wall Street che ha festeggiato la scorsa settimana il decennale del rally più lungo della storia, le aree di supporto strategiche rimangono sui minimi di dicembre, al di sotto delle quali questo rally potrebbe spegnersi del tutto.

Tanti saranno i dati in agenda, a partire da questo pomeriggio, quando ci saranno le figure sui consumi di gennaio sempre negli Usa, mentre in settimana arriveranno quelli sugli ordini all'industria e sulla produzione industriale.

In Europa, l'attesa sarà principalmente per la Brexit in vista della probabile tre giorni di voti del Parlamento che vedranno in seguenza il voto al piano May, quello sul Nodeal e quello sulla partenza ritardata della Brexit. Una nuova sconfitta della May è probabile, anche se potrebbe essere meno forte rispetto a quella di gennaio. Il percorso delineato potrebbe deludere le speranze dei Brexiteers, che potrebbero essere così incentivati a sostenere il piano della premier.

Sui mercati, l'eurodollaro ha trovato supporto nell'ultimo ritracciamento di fibonacci nell'ascesa partita dai minimi di inizio 2017. Il trend rimane ribassista, almeno fino a 1,14. Petrolio in rialzo dopo i commenti del ministro del petrolio saudita Alli al Falih, che ha dichiarato come la politica dei tagli della produzione proseguiranno almeno fino a giugno.

Segnaliamo infine che a partire da oggi e per le prossime tre settimane ci sarà un'ora in più di scambi contemporanei tra wall street e l'europa per via del cambio dell'ora legale negli Usa avvenuto nel week end.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 74% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.