Market Update - Brexit incagliata, dollaro in recupero, Vix in calo

Proseguono contrastate le borse europee all'indomani del buon rialzo di ieri. La questione Brexit si complica sempre di più man mano che la data del 12 aprile si avvicina.

Gli investitori sembrano aver metabolizzato le buone figure arrivate ieri dalla manifattura cinese e statunitense e apprezzano la contemporanea complicità delle Banche centrali che hanno adottato una stance accomodante nell'ultimo mese. Non esiste miglior mix per gli investitori al momento.

Il sentiment appare quindi timidamente incoraggiante sui mercati, nonstante la questione Brexit continui a complicarsi. Ieri il Parlamento britannico ha bocciato tutti i piani alternativi al deal di Theresa May che a questo punto potrebbe andare al voto nuovamente domani per la quarta volta. Ormai non c'è più tempo e una nuova bocciatura potrebbe seriamente compromettere il processo con eventuale nuovo prolungamento dei tempi, che a questo punto serviranno per tornare alle urne. Vale la pena sottolineare che ieri l'opzione di un accordo con permanenza nell'unione doganale è stato bocciato con soli 3 voti di scarto, potrebbe essere questa una chiave di volta interessante in grado di modificare gli equilibri.

Sui mercati, il dollaro sembra aver ripreso vigore nelle ultime due sedute con il cambio eurusd che è sceso sotto 1,12 per la seconda volta quest'anno. Il cambio risente delle difficoltà dell'eurozona, mentre l'economia statunitense sembra essere più resiliente a questo rallentamento, probabilmente grazie ancora agli effetti della riforma fiscale di Trump. Ad ogni modo il trend di lungo periodo rimane ribassista e una eventuale rottura di 1,11 potrebbe riaprire a un ritorno verso 1,08. Male anche la sterlina che sta ripiegando verso 1,30 contro dollaro, man mano che il tempo passa. Sebbene lo scenario di una Brexit più morbido prevalga, gli investitori sembrano tornare a considerare uno scenario hard, le cui probabilità salgono a piccoli passi.

Non si arresta l'ascesa del petrolio, che sta apprezzando sia il taglio della produzione dei Paesi OPEC a marzo che le nuove possibili sanzioni all'Iran e i problemi del Venezuela.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 74% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.