Brexit nelle mani del Parlamento, Fed più vicina al taglio dei tassi: cosa aspettarsi dal mercato?

Via il dossier Brexit dalle mani di Theresa May; sterlina poco mossa. Rosengren (Fed Boston) crescita del 1° trimestre debole; sale all'80% l'attesa di taglio tassi entro settembre. Investitori cauti, mercato del forex poco mosso

Fonte: Bloomberg

Dossier sulla Brexit nelle mani del Parlamento inglese e Federal Reserve pronta ad un primo trimestre “abbastanza debole”: due elementi d’incertezza che hanno lasciato straniti gli investitori, il cui approccio si è mostrato più cauto delle attese, specie sul mercato del forex.

Mercato forex poco mosso: attese conferme

Euro stabile contro dollaro, sterlina in frazionale rialzo contro il biglietto verde ed uno yen in calo poco oltre lo 0,10%, dopo una chiusura contrastata delle borse asiatiche: Tokyo ha guadagnato il +2,15%, dopo aver messo a segno ieri il peggior risultato dalla fine di dicembre; Shanghai giù dell’1,55%, con gli investitori ancora confusi circa la stabilità dell’economia Usa, la cui inversione della curva dei rendimenti (il 3 mesi è arrivato a rendere più del 10 anni) ha riacceso nelle scorse ore il fattore rischio.

Brexit: il dossier passa da May al Parlamento

Nella tarda serata di lunedì la Camera dei Comuni ha votato per riprendere il controllo dell'iter sulla Brexit: l’emendamento, che prevede siano i deputati inglesi a votare mercoledì alcune opzioni alternative al piano concordato da Theresa May con Bruxelles (già due volte bocciato dal Parlamento), è stato approvato con 329 favorevoli e 302 contrari. Per la prima volta, il Parlamento toglie al governo con un voto bipartisan il controllo sulle modalità di uscita del Regno dall’Unione.

Fed Boston: crescita Usa 1° trimestre "debole"

Dall’altra sponda del Pacifico, invece, il presidenre della Federal Reserve di Boston, Eric Rosengren, è intervenuto ad Hong Kong affermando che la crescita economica statunitense potrebbe essere "abbastanza debole" nel primo trimestre, ma tenderà ad avvicinarsi al range del 2-2,5% nel corso dell'anno. Secondo Rosengren, una pausa da parte della banca centrale americana è ad ora l'azione più responsabile che possa esser presa.

Dopo l’inversione della curva dei rendimenti sui titoli di Stato americani, il mercato ha iniziato a scontare sempre in maggior misura la possibilità di un taglio dei tassi d’interesse prima della fine dell’anno, con l'80% dei pareri che propende perché ciò avvenga a settembre.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 74% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.