Alleanza Netflix-Mediaset: nuove produzioni, accordo da 200 milioni di euro

La piattaforma streaming americana investirà in sette film italiani, da trasmettere poi sui canali del Biscione. Sale la quotazione delle azioni Netflix

Siglato ieri l’accordo di collaborazione tra il colosso dello streaming Netflix e Mediaset. La piattaforma californiana di Los Gatos ha infatti intenzione di investire in Italia nella produzione di sette film, da trasmettere anche su Canale 5 (e, forse, nelle sale).

Reed Hastings, fondatore e ceo dell’azienda statunitense, e Alessandro Salem, direttore generale dei contenuti Mediaset (l’amministratore delegato Pier Silvio Berlusconi era assente), hanno commentato con soddisfazione il risultato: la collaborazione permetterà di ottenere una “varietà di storie” e contenuti originali.

Quanto vale l’accordo?

Si parla di un investimento da 200 milioni di euro per la produzione di sette pellicole in due anni. I film, disponibili inizialmente solo sulla piattaforma, saranno trasmessi su Canale 5 dopo 12 mesi (la metà rispetto i tempi usuali), entro il 2020. “Non siamo contrari al fatto che siano trasmessi anche nelle sale”, ha inoltre dichiarato Hastings. Dei sette film in cantiere, cinque sono certi, gli altri sono ancora in fase di studio.

Cosa ha spinto Netflix a puntare su Mediaset?

Per Netflix, puntare su Mediaset potrà rivelarsi una strategia vincente. Al netto degli ottimi risultati delle passate produzioni (una su tutte, “Sulla mia Pelle”, proiettato al Festival di Venezia 2018), una collaborazione in tal senso apre la via per conquistare il mercato europeo.

Aiuta infatti la dimensione europea di Mediaset. L’azienda di Pier Silvio Berlusconi conta infatti un’importante presenza in Spagna (Mediaset Espana Comunicacion SA) e possiede una percentuale rilevante (il 9,6%) dell’emittente tedesca Prosiebensat.1. Il tutto ricade sotto l’ombrello della holding olandese Media for Europe, fondata lo scorso agosto.

La questione delle tasse

Nell’ambito dell’annuncio della futura partnership, la questione delle tasse evase è servita su un piatto d’argento. Infatti, pur operando in Italia (dove conta su server e cavi a fibra ottica), recentemente Netflix è finita al centro della cronaca finanziaria per fatturare milioni di euro, senza però aver mai registrato una dichiarazione dei redditi o versato imposte.

La Procura di Milano ha aperto un’indagine per omessa dichiarazione dei redditi, tuttora in corso. Netflix ha smentito eventuali mancanze, asserendo di aver sempre pagato le imposte dovute in Italia. Tuttavia, pare che il colosso di Los Gatos sia comunque intenzionato ad aprire una sede legale in Italia, così da appianare ogni controversia.

Netflix collabora anche con SkyQ

Al via oggi anche la partnership europea tra Netflix e SkyQ. I clienti SkyQ potranno godere, a una tariffa conveniente, dei prodotti (soprattutto serie TV) delle due piattaforme in un’unica soluzione. Un passaggio rilevante per una collaborazione che potrebbe ampliare notevolmente il fatturato di Netflix.

Nonostante le tante collaborazioni in Italia rimane la spada di Damocle del debito della società. Nonostante il flusso di cassa negativo per il 2019 si stimi di circa 3,5 miliardi di dollari, Hastings non mostra preoccupazione: l’azienda infatti starebbe anche crescendo a ritmi sostenuti, con gli indicatori finanziari che segnalano una buona gestione del capitale – i 3,5 miliardi possono essere ancora considerati come investimenti, a fronte di spese per i contenuti da oltre 13 miliardi di dollari. Tuttavia, secondo Forbes, se un cambio di rotta deve esserci è probabile che avvenga nel 2020.

Reazioni in Borsa, Mediaset debole

Oggi Mediaset (Mediaset SpA) mostra una certa debolezza scendendo dello 0,40% a 2,5820 euro dando continuità al trend negativo partito da metà agosto. Attenzione che i prezzi si stanno avvicinando al supporto tecnico posizionato a 2,55, minimi registrati a giugno ed agosto. Le prospettive grafiche su Mediaset peggiorerebbero notevolmente con la violazione al ribasso del sostegno menzionato in precedenza.

Per quanto concerne Netflix (Netflix Inc (All Sessions)) sulla piattaforma IG quota in area 273,35 dollari e si mantiene non troppo lontano dalle resistenze situate a 276 dollari, il cui superamento potrebbe gettare le basi per un allungo in direzione di 283 dollari. Indicazioni negative giungeranno, invece, con il cedimento dei supporti a 270 dollari preludio a una possibile discesa verso 265.

Scopri come fare trading sulle azioni Mediaset o Netflix e su altri mercati con IG.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Cogli le opportunità del mercato azionario

Vai long o short su migliaia di titoli globali.

  • Aumenta la tua esposizione nel mercato con la leva
  • Spread a partire da solo 0,1% sui principali indici globali
  • Fai trading con i CFD direttamente nel book di negoziazione con accesso diretto al mercato

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.