Alibaba, prima giornata sulla Borsa di Hong Kong: quotazioni in rialzo di oltre 6%

Il gigante dell’e-commerce sbarca sull’Hang Seng e conquista gli investitori. Il titolo chiude a 187,60 dollari di HKD

“Siamo tornati a casa”: così il gigante dell’e-commerce Alibaba ha annunciato il ritorno sul mercato asiatico – e il debutto non avrebbe potuto essere migliore. Le azioni hanno raggiunto un prezzo intraday di 190 dollari di Hong Kong (circa 24,28 dollari Usa), oltre il 6% in più rispetto al prezzo iniziale, fissato a 176 dollari di Hong Kong (circa 22,5 dollari Usa), chiudendo a 187,60 dollari di Hong Kong (23,89 dollari Usa).

Le quotazioni hanno aumentato il loro prezzo raggiungendo un picco di circa il 7%, per poi chiudere a 6,6% oltre il prezzo di listino. L’andamento positivo era stato chiaro fin dalle prime battute della sessione e oggi il prezzo di Alibaba conferma il buon investimento - soprattutto in considerazione della natura dei servizi offerti, in grado di far aumentare l’apprezzamento dalle cinque alle sei volte tanto.

Il volume di scambi nel primo giorno di contrattazioni è stato pari a 14 miliardi di dollari di Hong Kong (corrispondenti a circa 1,8 miliardi di dollari Usa). Alibaba ha raccolto dall’Ipo circa 13 miliardi di dollari dall’operazione, che intende investire in nuovi servizi online.

Come era andata l’Ipo?

Alibaba aveva posto sul mercato 500 milioni di azioni ordinarie e 75 milioni di opzioni “greenshoe” aggiuntive; queste ultime opzioni avrebbero permesso alle banche di vendere più titoli rispetto a quelli originariamente previsti.

Il risultato era facilmente prevedibile. Il gigante asiatico aveva chiuso in anticipo la seconda quotazione su Hong Kong – era già quotata sulla Borsa di New York dal 2014 – dopo l’ingente numero di ordini da parte degli investitori pubblici, proprio una settimana fa. Alibaba aveva raccolto quella volta quasi 25 miliardi di dollari, aggiudicandosi il titolo di offerta più grande della storia. Certo, ancora per poco: presto infatti il gigante del petrolio Saudi Aramco entrerà sulla Borsa di Riad, con un Ipo potenzialmente da 26 miliardi di dollari.

Cosa significa per la Borsa di Hong Kong?

In un contesto difficile come l’Hong Kong negli ultimi mesi, scossa da proteste che non si fermano da mesi, l’annuncio di un’Ipo così mastodontica è stata una boccata d’aria fresca. L’ex colonia britannica è ufficialmente entrata in recessione tecnica dopo che i dati hanno registrato sensibili cali nei consumi, dovuti soprattutto alla diminuzione del turismo proprio a causa delle proteste.

Il fatto che Alibaba, dopo New York, abbia deciso di quotarsi sull’Hang Seng, per gli analisti contribuisce a instillare di nuovo fiducia nell’indice – oltre ad implicare il fatto che effettivamente siano avvenuti quei cambiamenti sul mercato della penisola la cui mancanza aveva spinto il gigante dell’e-commerce a scegliere New York per la prima Ipo. Al tempo infatti l’Hang Seng aveva rifiutato una struttura corporativa che avrebbe dato più poteri di gestione. Tuttavia, alcuni analisti hanno anche suggerito che il collocamento sull’Hang Seng potrebbe rispondere a una necessità di cautelarsi da eventuali ricadute della guerra commerciale tra Cina e Usa sui titoli quotati da New York.

Apri un conto reale con IG per iniziare a fare trading su i principali indici globali.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Opera sugli indici

Fai trading oggi con i principali indici globali.

  • Puoi negoziare con gli spread più bassi del mercato su Wall Street
  • Spread da 1 punto su FTSE 100 e Germany 30
  • Scegli l'unico broker che offre quotazioni H24

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 68% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.