Olimpiadi 2016, il valore delle medaglie d'oro in Big Mac

Tenendo conto del fattore cambio, del PIL e dell’indice Big Mac, quale squadra ha lasciato Rio portandosi a casa il bottino più prezioso?

Medaglie olimpiche
Fonte: Bloomberg

Prima che Rio 2016 prendesse il via, avevamo visto come è cambiato il valore di una medaglia d’oro nel corso degli ultimi 20 anni, notando come gli atleti Olimpici a Rio abbiano sostanzialmente gareggiato per aggiudicarsi medaglie di un valore significativamente inferiore a quelle di Londra 2012.

Ma quale squadra è tornata a casa con gli ori di maggior valore, tenendo conto dell’effetto cambio, del PIL e della parità di potere d’acquisto?

Il fattore cambio degli ultimi 4 anni

Sappiamo che i sei grammi d’oro contenuti in una medaglia valgono attualmente 257,2 dollari, circa 55,6 in meno rispetto al 2012. Questo fa sì che le 46 medaglie d’oro degli Stati Uniti abbiano oggi un valore complessivo di 11.830 dollari, ben 2.558 dollari in meno rispetto al 2012 (quando le 46 medaglie statunitensi avrebbero avuto un valore di $14.388).

Discorso diverso riguarda il Regno Unito, che ha mantenuto quasi invariato il valore delle loro medaglie grazie al forte deprezzamento della sterlina verso il dollaro. Le 27 medaglie d’oro della squadra britannica a Rio hanno un valore di 5.315 sterline, di poco inferiore alle 5.383 sterline del 2012, con un calo solo dell’1,3% contro il -17,8% degli USA.

Ancora più interessante è il caso russo. Nonostante il numero di medaglie d’oro si sia ridotto da 24 a 19, a causa dei divieti imposti a molti atleti, il valore dell’ultima edizione sarebbe comunque superiore del 52% rispetto al risultato di Londra 2012. Ancora più evidente se confrontiamo il valore delle 19 medaglie di Rio con quello di quattro anni fa. Gli ori dell’ultima edizione valgono il 76% in più rispetto alla precedente. Il fortissimo deprezzamento del rublo pone, quindi, la Russia in cima a questa classifica.

Particolare è anche il caso Italia, che ha conquistato 8 ori in entrambe le edizioni. Il deprezzamento dell’euro verso il dollaro negli ultimi hanno ha contribuito solo a ridurre la perdita di valore associata al calo del prezzo dell’oro. Le 8 medaglie di Rio hanno, così, un valore di 1.824 euro contro i 2.036 euro di Londra, con un calo dell’11%.

Paese Ori Valore nella valuta locale 2012 Valore nella valuta locale 2016 %
Russia 19 189,264.79 332,409.85 76%
Brasile 7 4,416.08  5,772.85  31%
Australia 8 2,365.77  2,704.31 14%
Giappone 12 293,235.91 310,791.85 6%
Ungheria 8 564,848.70 565,231.32 0%
Kenya 6 157,706.71 156,340.58 -1%
Gran Bretagna 27 5,383.22 5,315.27 -1%
Germania 17 4,326.56 3,876.12 -10%
Italia 8 2,036.03 1,824.05 -10%
Paesi Bassi 8 2,036.03 1,824.05 -10%
Spagna 7 1,781.53  1,596.05 -10%
Francia 10 2,545.04 2,280.07 -10%
Cina 26 51,732.88 44,533.38 -14%
Stati Uniti 46 14,388.11 11,830.29 -18%
Corea del Sud 9 3,198,937.17 2,600,699.18 -19%

Tabella 1: valore delle medaglie nel 2012 e nel 2016

 

PIL

Cosa cambia se rapportiamo il valore delle medaglie d’oro vinte al Pil di ogni singolo Paese? I risultati sarebbero sorprendenti. Gli Stati Uniti scenderebbero in fondo alla classifica, insieme a Giappone e Canada (ignorando l'India, che ha ottenuto zero ori, pur essendo la settima potenza economica al mondo).

Paese Ori PIL (in $mil) % PIL($mil) degli ori
Indonesia 1 936,955 0.027%
Cina 26 11,383,030 0.059%
Stati Uniti 46 18,558,130 0.064%
Giappone 12 4,412,600 0.070%
Canada 4 1,462,330 0.070%

Tabella 2: PIL in dollari vs valore medaglie d'oro in dollarim le cinque squadre peggiori

Parità di potere d’acquisto

Tenere conto del fattore PIL potrebbe dare luogo a risultati fuorvianti. Ecco che si potrebbe far riferimento alla parità di potere d’acquisto e in particolare al Big Mac Index stilato da “The Economist”, che segnala il costo medio di un Big Mac in un determinato paese.

Il ragionamento sottostante è quindi: quanti Big Mac possono essere acquistati con il bottino di medaglie ottenuto da ogni nazione?

Pur avendo alcuni tra i Big Mac meno costosi al mondo (con alle spalle solamente Malesia ed Ucraina), con il proprio bottino di ori (19) la Russia si piazza solo al secondo posto, dietro alla Cina.

Nonostante il costo dei Big Mac sia tra i più alti del mondo (dietro solo a Svizzera, Norvegia e Svezia), gli Stati Uniti si classificherebbero al terzo posto grazie all’alto numero di medaglie vinte.

Paese GOri Costo di un BigMac Valore dell'oro in BigMac
Cina 26 2.79 2401
Russia 19 2.05 2383
Stati Uniti 46 5.04 2347
Gran Bretagna 27 3.94 1762
Germania 17 4.17 1048
Giappone 12 3.47 890
Ungaria 8 3.15 653
Corea del Sud 9 3.86 600
Francia 10 4.51 570
Paesi Bassi 8 3.80 542
Australia 8 4.30 478
Spagna 7 3.85 467
Italia 8 4.62 445
Giamaica 6 0.00 0*
Kenya 6 0.00 0*

Tabella 4: valore delle medaglie d'oro in BigMac, primi 15 Paesi a Rio 2016

Nonostante la deludente prestazione della Cina (solo 26 ori a Rio contro i 38 di Londra 2012), sarebbe in testa alla classifica in termini di parità di potere di acquisto.

La Russia, dal canto suo, riesce a beneficiare solo del forte deprezzamento del rublo degli ultimi anni.

Questo pezzo fa parte di una serie di analisi su Rio 2016. Per le analisi degli esperti, opportunità di trading nel mercato Brasiliano e altro, dai uno sguardo alla nostra pagina su Rio 2016 

Queste informazioni sono state curate da IG, una denominazione commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla dichiarazione di non responsabilità, il materiale riportato in questa pagina non contiene un listino dei nostri prezzi di trading, né un’offerta, né una sollecitazione ad effettuare transazioni su alcuno strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per qualsiasi uso che possa essere fatto di tali osservazioni e delle eventuali conseguenze che ne derivino. Nessuna dichiarazione o garanzia viene fornita per la correttezza e la completezza di queste informazioni. Di conseguenza, qualsiasi persona che agisca utilizzando tali informazioni lo fa a proprio rischio e pericolo. Tutte le informazioni fornite non fanno riferimento ad intenti di investimento, situazioni finanziarie o necessità di alcun individuo specifico che le riceve. Questo pezzo non è stato redatto in conformità ai requisiti di legge volti a promuovere l'indipendenza della ricerca di investimento e come tale il suddetto deve essere considerato come una comunicazione di marketing. Anche se non siamo specificamente costretti a trattare relativamente a tali raccomandazioni non intendiamo approfittare di esse prima che vengano fornite ai nostri clienti. 

Visualizza l'intero disconoscimento di responsabilità e la sintesi trimestrale.