S&P500, test prolungato a 1.900 punti

Continua a oscillare intorno alla soglia dei 1.900 punti l’S&P500 dopo che ieri ha tentato invano di superare questo livello.

I dati sulle vendite al dettaglio di aprile non sono stati brillanti. Sono stati rivisti i dati di marzo a +1,5% m/m, segnando così la miglior performance mensile degli ultimi 4 anni. Oggi sono attese le figure sull’indice immobiliare Nahb. È un dato importante poiché interessa un settore strategico per la Fed, che negli ultimi mesi ha mostrato qualche segnale di incertezza.

In questo momento, i volumi a Wall Street non sono sostenuti e questo mostra una certa diffidenza degli investitori a dare seguito al rally. Difficile attendersi una rottura per l' US 500 della resistenza psicologica di 1.900 punti con volumi simili a quelli delle ultimi 3 sedute.

Dal punto di vista tecnico, uno sfondamento in senso tecnico di area 1.900 (almeno 3 chiusure sopra la tale resistenza) potrebbe aprire a una nuova fase ascendente che ha come obiettivo principale la soglia dei 2.000 punti. Un target intermedio rimane a 1.950 punti. Non si può escludere che la debolezza attuale possa portare aprire a un pull back verso i supporti collocati a 1.880 punti e a 1.850 punti, bottom delle ultime due settimane.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

IG presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.