Eur/Usd, prime vendite in attesa dati inflazione

Proseguono le vendite sull’euro questa mattina dopo i movimenti di ieri. 

Le vendite continuano a essere accompagnate dagli acquisti sul bund. La sensazione è che il mercato inizia a temere la possibilità di un conflitto tra Russia e Ucraina e gli operatori temono un coinvolgimento della vicina Europa. Il rifugio sul Bund sembra avvalorare questa ipotesi.

Il sell off sulla moneta unica è partito a poche ore dalla pubblicazione di dati molto sensibili. Nel primo pomeriggio sarà resa nota la stima flash dell’inflazione tedesca di febbraio, mentre domani è atteso il dato dell’eurozona. Saranno gli ultimi elementi a disposizione di Draghi per poter valutare una possibile azione nel meeting del 6 marzo. Ci aspettiamo che dei dati in linea o inferiori al mese precedente possano eliminare ogni dubbio sulle prossime manovre di politica monetaria.

Dal punto di vista tecnico, il cross EUR/USD si è spinto questa mattina sino in area 1,3650, livello da cui ha trovato temporaneamente supporto. Se i dati odierni dovessero risultare particolarmente deboli, è verosimile assistere a un’estensione della flessione in direzione di 1,3560, bottom del 12 febbraio e supporto prima che si giunga verso 1,3480. Attenzione invece al ritorno sopra 1,37, al di sopra del quale si avrebbe un allungo in direzione 1,3770.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.