Eur/Usd: movimenti ridotti in giornata, attese per interventi governatori FED

Guardando il grafico orario del cambio tra l'euro e il biglietto verde si nota immediatamente la forte riduzione di volatilità in assenza di importanti eventi macroeconomici

Nel corso della giornata le oscillazioni sul cambio potrebbero aumentare sulla scia degli interventi di due governatori del Federal Reserve System. In Alabama il presidente della FED di Atlanta, Dennis P. Lockhart, discuterà sull’andamento dell’economia e a St Paul nel Minnesota il presidente della FED di Minneapolis, Narayana Kocherlakota, parlerà in merito di politica monetaria. Molto interessanti potrebbero essere i commenti di Kocherlakota (prossimo membro votante del FOMC da marzo 2014) per riuscire a capire le prossime mosse della FED. Nonostante i dati macroeconomici sul mondo del lavoro siano stati super brillanti (NFP di ottobre a 204k ben superiore alle aspettative) esistono ancora forti dubbi che il tapering (processo di diminuzione graduale del piano di acquisti di titoli governativi da parte della FED) possa partire nel brevissimo periodo. Abbiamo alzato le nostre probabilità su un inizio del tapering nei prossimi mesi ma non abbiamo ancora escluso la possibilità di un rinvio a marzo/aprile. Crediamo, comunque, che le probabilità maggiori siano per un avvio di tale piano nel meeting di gennaio del FOMC, ultima riunione presieduta dal governatore uscente Ben Bernanke.

Dal punto di vista tecnico l'eventuale cedimento dei minimi odierni a 1,3360 getterebbe le basi per una discesa verso 1,33, livello strategico non solo in ottica di breve periodo (50% del ritracciamento di Fibonacci dell'ascesa mostrata dai minimi estivi). La rottura di tale sostegno alimentebbe notevolmente le pressioni ribassiste proiettando il cross verso i target situati a 1,3230 (area di passaggio della media mobile a 200 giorni) e 1,31, bottom del 6 settembre. Segnali positivi giungeranno invece con il superamento di 1,3450 preludio a un possibile rialzo a 1,35.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.