Eur/Usd: indice ZEW sopra le attese non muove il cambio

Il cambio tra l’euro e il dollaro non ha mostrato variazioni particolarmente interessanti nonostante l’annuncio di un ennesimo dato macro nel Vecchio Continente molto brillante

In Germania l’indice Zew sulla fiducia degli investitori tedeschi nel mese di dicembre ha evidenziato una crescita sia sulla parte corrente a 32,4 punti (da 28,7 del mese precedente) sia di quella prospettica a 62 punti (da 54,6 di novembre). Si tratta del livello più elevato da aprile 2006. Anche i rispettivi dati sulla Zona Euro hanno registrato un rialzo importante, con la parte delle aspettative che si è portata a 68,3 punti dai 60,2 di novembre.

Il maggior ottimismo degli investitori tedeschi sembra essere legato soprattutto all’atteggiamento accomodante della Bce e a possibili interventi dell’istituto di Francoforte nel prossimo futuro (probabilmente una nuova LTRO), alla formazione del governo delle grandi intese (grosse koalition) in Germania; all’importante espansione delle attività economiche nel paese a stelle e strisce.

Il cross eur/usd non ha risentito di tale dato. Gli operatori sembrano volere attendere le scelte fondamentali del FOMC (Federal Open Market Committee) di domani sera. Crediamo più probabile uno scenario di prolungamento delle politiche in essere (Quantitative Easing da 85 mld di dollari) almeno per un altro mese. Il numero uno della FED, Ben Bernanke, potrebbe decidere, infatti, di dare dettagli sulle tempistiche del “tapering” (processo graduale di riduzione degli acquisti di titoli governativi da parte della FED) ma lanciarlo nella riunione di gennaio (ultima presieduta dall’attuale governor). Interessanti saranno i dati sull’andamento dell’indice dei prezzi al consumo del primo pomeriggio che potrebbero dare importanti indicazioni ai membri votanti del FOMC. Ricordiamo come la FED abbia un “dual mandate” ovvero la piena occupazione e la stabilità dei prezzi (inflazione al 2%).

Dal punto di vista tecnico l'eventuale vittoria al di sopra delle resistenze comprese tra 1,38-1,3811 getterebbe le basi per una estensione dell'allungo in direzione degli obiettivi situati a 1,3832, picco annuale e livello strategico di lungo periodo. Sopra 1,3832 si getterebbero le basi per una crescita di più ampio respiro verso 1,40. Primi segnali negativi giungeranno, invece, con il cedimento di 1,37, preludio a una possibile flessione verso 1,3680 e 1,3625.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.