Eur/Usd: grande attesa per la Yellen, intanto sale a 1,3670

Nel pomeriggio italiano il nuovo governatore dell’istituto centrale del paese a stelle e strisce, Janet Yellen, discuterà di politica monetaria dinanzi alla Commissione sui Servizi Finanziari della Camera dei Rappresentanti

Il numero uno del FOMC (la commissione operativa della FED) dovrebbe illustrare come interverrà la banca centrale per sostenere l’occupazione e mantenere la stabilità dei prezzi. Negli ultimi giorni sono aumentate le attese che le parole della Yellen possano essere molto “dovish” (ovvero accomodanti), lasciando così credere alla comunità finanziaria che il tapering possa anche fermarsi a marzo e che i tassi d’interesse rimarranno su livelli bassi per un prolungato periodo di tempo anche quando si raggiungerà l’obiettivo delle forward guidance (tasso di disoccupazione al 6,5%).

Dal punto di vista tecnico il cross eur/usd ha superato il limite superiore del canale ribassista delineatosi dai massimi dello scorso dicembre (1,3648) portandosi verso 1,3670 (massimo intraday a 1,3683). La vittoria sopra tale resistenza dinamica ha dato forza al cambio e ha fissato i nuovi obiettivi per il movimento rialzista a 1,3740, ultimo dei ritracciamenti di Fibonacci della discesa dai picchi dello scorso 27 dicembre, e 1,3820. Possibile nel brevissimo assistere un movimento di pullback verso l’ex resistenza ora supporto. Concreti segnali di debolezza arriveranno, invece, con il cedimento di 1,3550, preludio a una possibile flessione a 1,3480.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.