Usd/Rub: rublo russo si apprezza, occhi puntati su Crimea e FOMC

Cambio in forte ribasso, minimo intraday a 36,27

Il cambio tra il dollaro statunitense e il rublo russo ha evidenziato in mattinata un forte ribasso da 36,56 a 36,30. La discesa è legata in prevalenza alla decisione di Unione Europea e Stati Uniti di emettere sanzioni molto “soft” contro la Russia per la scelta di annettere la Crimea nella Confederazione dopo un referendum da molti considerato illegittimo. La situazione rimane molto delicata perché riteniamo che al momento i governi dei paesi occidentali abbiano deciso di prendere tempo per cercare una soluzione diplomatica e non mettere troppo pressioni sull’esecutivo di Mosca.

Intanto vi è grande attesa per il FOMC di stasera. Secondo le nostre attese la commissione operativa della Federal Reserve dovrebbe decidere di mantenere i tassi d’interesse su livelli bassi e proseguire il processo di “tapering” con la riduzione di ulteriori 10 mld di dollari del piano di QE. Gli acquisti di titoli governativi passerebbero così da 65 mld di dollari al mese a 55 mld. I recenti dati macroeconomici pubblicati (non farm payrolls e produzione industriale) hanno mostrato un netto miglioramento della ripresa economico. Riteniamo che queste cifre possano confermare che l’economia americana potrà evidenziare una buona crescita soprattutto nel secondo trimestre 2014 dopo aver smaltito gli effetti delle terribili condizioni meteorologiche di dicembre/gennaio in alcune aree del Nord-est.

Dal punto di vista tecnico discese fino a 36,10 resterebbero compatibili con le prospettive grafiche rialziste. Tuttavia per allentare le recenti tensioni il cross USD/RUB dovrà ritornare al di sopra di 36,70. Sopra tale resistenza il cambio potrebbe acquisire la forza per salire ulteriormente verso 36,95 e 37,05. Sotto 36,10 primi segnali di debolezza preludio a un possibile calo verso 35,70.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Le basi del trading

  • Driver dei mercati delle commodities

    Quali componenti essenziali per la produzione di tutti gli altri beni, le commodities (o materie prime) sono di vitale importanza per le moderne economie. Scoprite come queste risorse naturali, volatili eppure inestimabili, si collocano nel più ampio mondo del trading.

  • Accesso diretto al mercato

    In questa sezione vi presentiamo la nostra piattaforma per il trading online, PureDeal, e vi spieghiamo i vantaggi di operare con I CFD su un vasto numero di mercati. Tratteremo anche gli Stop e i Limiti e il funzionamento del trading con i prodotti a leva.

  • Modalità di fare trading con il Forex

    Scoprite come funziona il mercato finanziario più grande e più liquido del mondo. Spiegheremo come avviene la negoziazione delle valute estere e vi forniremo le nozioni indispensabili per accedere a questo importante mercato.

IG presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.