Week Ahead: Settimana 30 Novembre – 4 Dicembre

Agenda dei principali eventi economici della settimana

bg_mario_draghi_1373127
Fonte Bloomberg

Si è chiusa una buona settimana per i mercati azionari, trainati dalle attese di una BCE super-accomodante nel prossimo meeting di giovedì. Proprio la riunione del Consiglio Direttivo dell’istituto di Francoforte è l’appuntamento clou della prossima ottava. I mercati stanno scontando l'introduzione di nuovi stimoli monetari da parte dei banchieri centrali europei. Non solamente un taglio del tasso sui depositi ma anche un ampliamento del piano di quantitative easing. L’eurodollaro è particolarmente debole e ha testato più volte il supporto a 1,0565.

Oltre all’evento di Francoforte bisognerà valutare attentamente anche i dati macro sul mondo del lavoro USA. Dopo le cifre robuste dello scorso mese c’è grande attesa per una conferma del buono stato di salute del settore. Sarà interessante anche esaminare i dati sulle vendite nel weekend del Black Friday che fa partire la stagione natalizia dei consumi delle famiglie americane. Per quanto concerne la FED (che si riunirà il 15/16 dicembre) le probabilità che il FOMC possa decidere per un incremento dei tassi di 25 punti base (allo 0,50%) sono pari al 77%.

Altri temi della prossima settimana da tenere sotto controllo saranno le tensioni geopolitiche in Medio Oriente, i prezzi delle materie prime (soprattutto metalli e petrolio) e le cifre macro su disoccupazione e inflazione.

 

Lunedì 30 Novembre

Vendite al dettaglio, GIAPPONE;

Nuovi cantieri residenziali, GIAPPONE;

Inflazione, ITALIA, GERMANIA;

Indice PMI Chicago, STATI UNITI;

Indice sulle vendite di case con contratti ancora in corso, STATI UNITI.

 

Martedì 01 Dicembre

Indice PMI manifatturiero e non manifatturiero, CINA;

Intervento del governatore BoE Mark Carney, GRAN BRETAGNA;

Meeting RBA decisione sui tassi, AUSTRALIA;

Indice PMI manifatturiero, ITALIA, FRANCIA, GERMANIA, ZONA EURO;

Disoccupazione, GERMANIA;

Disoccupazione, ZONA EURO;

PIL 3T, CANADA;

Spesa per le costruzioni, STATI UNITI;

Indice ISM manifatturiero, STATI UNITI.

 

Mercoledì 02 Dicembre

PIL 3T, AUSTRALIA;

Inflazione e Prezzi alla Produzione, ZONA EURO;

Stima ADP su nuovi posti di lavoro, STATI UNITI;

Meeting Bank of Canada, CANADA;

Beige Book, Federal Reserve, STATI UNITI;

Interventi dei membri FED Brainard, Lockhart e Williams e del governatore Yellen, STATI UNITI.

 

Giovedì 03 Dicembre

Indice PMI servizi, CINA;

Indice PMI servizi, ITALIA, FRANCIA, GERMANIA, ZONA EURO;

Vendite al dettaglio, ZONA EURO;

Meeting BCE e conferenza stampa DRAGHI, ZONA EURO;

Richieste settimanali di sussidi disoccupazione, STATI UNITI;

Ordini industriali, STATI UNITI;

Indice ISM non manifatturiero, STATI UNITI.

 

Venerdì 04 Dicembre

Ordini industriali, GERMANIA;

Inflazione, SVIZZERA;

PIL 3T, ZONA EURO;

Non farm payrolls e tasso di disoccupazione, STATI UNITI;

Disoccupazione, CANADA.

 

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.