Week Ahead: Settimana 3-7 Novembre

Resoconto sui più importanti eventi della settimana

bg_data_1386852

Settimana molto importante dal punto di vista macroeconomico soprattutto per le decisioni delle banche centrali. Martedì sarà il turno della Reserve Bank of Australia, mercoledì avremo a disposizione le minute dell’ultima riunione della Bank of Japan e giovedì saranno da monitorare le scelte in politica monetaria della Banca centrale europea e della Bank of England. Per gli Stati Uniti il dato macro da controllare con grande attenzione è quello di venerdì sul mondo del lavoro (i non farm payrolls di ottobre) perché potrebbe fornirci indicazioni sulle prossime mosse della Federal Reserve. Da segnalare inoltre negli States le elezioni politiche di metà mandato che saranno tenute martedì 4 novembre.

Lunedì 3 Novembre

Indice PMI non manifatturiero Cina

Indice PMI manifatturiero Francia, Germania, Italia, Spagna, Gran Bretagna, Eurozona

Indice ISM manifatturiero USA

Martedì 4 Novembre

Meeting Consiglio Direttivo Reserve Bank of Australia, Decisione sui Tassi, Australia

Indice PMI manifatturiero Giappone

Ordini industriali, USA

Mercoledì 5 Novembre

Indice HSBC PMI dei servizi Cina

Indice PMI dei servizi Francia, Germania, Italia, Spagna, Gran Bretagna, Eurozona

Vendite al dettaglio, Eurozona

Stima ADP sui nuovi posti di lavoro USA

Indice ISM non manifatturiero USA

Minute dell’ultimo meeting della Bank of Japan, Giappone

Giovedì 6 novembre

Dati sulla disoccupazione, Australia

Indice PMI dei servizi, Giappone

Meeting Consiglio Direttivo Bank of England, Decisione sui Tassi, Gran Bretagna

Meeting Consiglio Direttivo Banca Centrale Europea, Decisione sui Tassi, Eurozona

Conferenza stampa del Governatore della BCE, Mario Draghi, Eurozona

Richieste settimanali di sussidi di disoccupazione, USA

Venerdì 7 novembre

Non farm payrolls e tasso di disoccupazione, USA

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.