Week Ahead: Settimana 16 – 20 Novembre

Agenda dei principali eventi economici della settimana

bg_paris_1394859
Fonte Bloomberg

Si è chiusa la peggior settimana degli ultimi 3 mesi per i mercati azionari. I timori sul rallentamento dell’economia cinese, sull’avvicinarsi del rialzo dei tassi da parte della FED, sui deboli dati macro della Zona Euro, sull’ennesimo crollo dei prezzi petroliferi hanno spinto gli investitori ad alleggerire le proprie posizioni sull’azionario soprattutto sul comparto energetico. L’indice Stoxx Europe 600 ha evidenziato un ribasso del 2,7%, calo che non si vedeva dalla prima settimana di settembre. I peggiori sono stati gli energetici e le imprese legate alle commodities (-5%). Il greggio dopo la reazione evidenziata a fine ottobre è tornato a perdere notevolmente sui mercati. Nelle ultime 2 settimane i prezzi sia del WTI Light Crude che del Brent hanno mostrato una flessione del 15% circa sulla scia dei report dell’OPEC e dell’Agenzia Statunitense di un marcato aumento delle scorte di greggio. La situazione di oversupply continua a dominare il mercato.

In avvio di settimana dobbiamo tenere conto anche della reazione delle piazze finanziarie alla terribile tragedia successa venerdì sera in Francia. Gli attentati terroristici a Parigi porteranno ulteriore negatività sui mercati, appesantendo in particolare l’industria del turismo francese.  

Dal punto di vista macroeconomico le cifre più importanti saranno quelle sull’inflazione in UK, Canada, Zona Euro ma soprattutto negli Stati Uniti. Se i prezzi al consumo dovessero evidenziare anche una leggera risalita i pochi dubbi rimasti sul rialzo dei tassi a dicembre da parte della FED sparirebbero del tutto.

 

Lunedì 16 Novembre

PIL 3T, GIAPPONE;

Inflazione, ZONA EURO;

Indice Empire Manufacturing, STATI UNITI.

 

Martedì 17 Novembre

Minute Meeting di novembre RBA, AUSTRALIA;

Inflazione, Prezzi alla produzione, GRAN BRETAGNA;

Indice ZEW, GERMANIA;

Inflazione, STATI UNITI;

Produzione industriale, STATI UNITI.

 

Mercoledì 18 Novembre

Nuovi cantieri residenziali, STATI UNITI;

Licenze edilizie, STATI UNITI;

Scorte di petrolio, STATI UNITI;

Minute Meeting di fine ottobre Federal Reserve, STATI UNITI.

 

Giovedì 19 Novembre

Meeting BoJ, conferenza governatore Kuroda, GIAPPONE;

Saldo delle partite correnti, ZONA EURO;

Vendite al dettaglio, GRAN BRETAGNA;

Richieste settimanali di sussidi disoccupazione, STATI UNITI;

Indice della FED di Philadelphia, STATI UNITI;

Leading indicators, STATI UNITI;

Intervento Presidente FED Atlanta, Dennis P. Lockhart, in Atlantia, STATI UNITI.

 

Venerdì 20 Novembre

Prezzi alla produzione, GERMANIA;

Intervento governatore BCE, Mario Draghi, ZONA EURO;

Intervento governatore Bundesbank, Jens weidmann, GERMANIA;

Vendite al dettaglio, CANADA;

Inflazione, CANADA;

Indice di fiducia, ZONA EURO.

 

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.