Week Ahead: Settimana 01-05 Febbraio

Agenda dei principali eventi economici della settimana

bg_bank_of_england_boe_1389919
Fonte Bloomberg

Recuperano nel finale i mercati azionari grazie alla manovra espansiva a sorpresa della Bank of Japan che ha portato i tassi d’interesse in territorio negativo. Anche la Federal Reserve è stata particolarmente accomodante, riducendo le probabilità di un incremento del costo del denaro nei prossimi meeting.

I mercati azionari sono stati anche sostenuti dal deciso rimbalzo delle quotazioni dei petroliferi. Il Brent è tornato al di sopra dei 35 dollari al barile, evidenziando un incremento di quasi 30 punti percentuali dai bottom del 20 gennaio a 27,50 dollari al barile.

La settimana prossima l’attenzione sarà ancora concentrata sulle banche centrali con le riunioni della RBA australiana e della BoE a Londra. Ci aspettiamo poche variazioni da parte degli istituti centrali ma toni decisamente accomodanti.

Tra le altre cifre macro da seguire: gli indici PMI, soprattutto in Europa, daranno indicazioni importanti sullo stato di salute delle economie del Vecchio Continente. Negli Stati Uniti venerdì saranno annunciati i non farm payrolls e il tasso di disoccupazione di gennaio.

In settimana saranno pubblicati, inoltre, i risultati societari dell’ultimo trimestre delle aziende statunitensi (tra le più importanti ricordiamo Google, Yahoo, Pfizer, Exxon e General Motors).

 

Lunedì 01 Febbraio

Indici PMI manifatturiero e dei servizi, CINA;

Indice PMI manifatturiero, FRANCIA, ITALIA, GERMANIA, GRAN BRETAGNA, ZONA EURO;

Reddito personale, STATI UNITI;

Spesa per consumi, STATI UNITI;

Indice core PCE, STATI UNITI;

Indice ISM manifatturiero; STATI UNITI;

Spesa per le costruzioni, STATI UNITI.

**TRIMESTRALI: Alphabet (Google), Ryanair**

 

Martedì 02 Febbraio

Decisione sui tassi, RBA, AUSTRALIA;

Disoccupazione, GERMANIA;

Prezzi alla Produzione, ZONA EURO;

Disoccupazione, ZONA EURO.

**TRIMESTRALI: BP, Yahoo!, Pfizer, Exxon Mobil, UBS, Nintendo**

 

Mercoledì 03 Febbraio

Indice PMI dei servizi, FRANCIA, ITALIA, GERMANIA, ZONA EURO;

Vendite al dettaglio, ZONA EURO;

Stima ADP su nuovi occupati, STATI UNITI

Indice ISM non manifatturiero, STATI UNITI;

Scorte di petrolio, STATI UNITI.

**TRIMESTRALI: General Motors, Merck **

 

Giovedì 04 Febbraio

Bollettino mensile, BCE, ZONA EURO;

Meeting BOE, GRAN BRETAGNA;

Inflation Report, GRAN BRETAGNA;

Richieste settimanali di sussidi disoccupazione, STATI UNITI;

Ordini industriali, STATI UNITI;

Ordini di beni durevoli, STATI UNITI.

**TRIMESTRALI: ConocoPhillips, Linkedin**

 

Venerdì 05 Febbraio

Indici anticipatori, GIAPPONE;

Comunicato RBA su politica monetaria, AUSTRALIA;

Ordini industriali, GERMANIA;

Bilancia commerciale, STATI UNITI;

Nuovi posti di lavoro e tasso di disoccupazione, STATI UNITI;

Disoccupazione, CANADA.

**TRIMESTRALI: Moody’s**

 

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.