Lira turca tra le peggiori valute del 2015 su tensioni geopolitiche e instabilità politica

Soffre la valuta di Istanbul. Il cambio USDTRY ha toccato nuovi massimi ieri sopra 2,90

bg_turkey_notes_1370851
Fonte Bloomberg

Tra le valute sofferenti dei mesi recenti dobbiamo assolutamente citare la lira turca. La divisa di Istanbul crolla sulla scia sia delle tensioni geopolitiche ai propri confini con i problemi con la popolazione curda e l’avanzata dello Stato Islamico che delle questioni politiche (forti difficoltà a formare un nuovo governo).

Per quanto concerne le questioni domestiche ieri il primo ministro Ahmet Davutoglu, leader del AK Party ha rimesso il mandato per la formazione del nuovo governo al presidente Erdogan. Lo stesso Erdogan concederà qualche giorno al secondo partito delle elezioni il Partito Repubblicano di Kemal Kilicdaroglu in modo da condurre le necessarie indagini per controllare di avere i numeri per formare una maggioranza in Parlamento. Difficilmente il CHP riuscirà entro il termine del 23 agosto nell’intento. Lo scenario più probabile sarà un governo ad interim a larghe intese prima di nuove elezioni in autunno.

Il cambio USDTRY dopo aver toccato un massimo ieri al di sopra di 2,90 oggi ha evidenziato un leggero ritracciamento. Tuttavia le prospettive grafiche rimangono ampiamente rialziste. L'eventuale superamento dei top di ieri a 2,9066 creerà i presupposti per una estensione dell'ascesa verso obiettivi ipotizzabili a 2,95. Attenzione che la forte situazione di ipercomprato degli ultimi giorni (RSI a 14g ben al di sopra dei 70 punti) potrebbe suggerire nel breve a un ulteriore correzione che diventerebbe significativa solamente al di sotto di 2,81.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.