Facebook, titolo vola ai massimi storici nell'after hours

Forte balzo di Facebook nelle contrattazioni after hours dopo i conti brillanti del secondo trimestre.

bg_mark_zuckerberg_1180179
Fonte: Bloomberg

L'azienda di Menlo Park ha registrato una raccolta pubblicitaria in forte crescita rispetto a un anno fa, soprattutto sul segmento mobile. Quest'ultimo comparto vale ora oltre il 60% sui ricavi pubblicitari totali.

Il giro di affari è passato a 2,91 mld di dollari, ben sopra le attese (2,8 mld). Bene anche l’utile, cresciuto a un ritmo di tre cifre rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Facebook sta raccogliendo i frutti del suo asset più importante, gli utenti, che continuano a crescere trimestre dopo trimestre. Gli users attivi su base giornaliera sono circa 830 milioni, di cui 660 tramite mobile. I numeri ci fanno ben comprende la portata strategica del settore mobile, che rimane in continua espansione. Il numero di aziende che acquistano pubblicità da Facebook è impressionante, e ha raggiunto negli ultimi mesi la cifra di 1,5 milioni di clienti.

Il titolo Facebook, che dopo il collocamento ha risentito dei problemi legati alla mancata replica della pubblicità sul comparto mobile, potrebbe avere ora la strada spianata per un recupero veloce.

Il titolo, a mercati chiusi, è arrivato a scambiare 75 dollari, circa due volte il prezzo fissato in sede di IPO (38 dollari). Se dovesse superare 75 dollari, è verosimile attendersi che il titolo possa arrivare a 100 dollari entro fine 2014. Possibili pull back verso 67 dollari, rimangono compatibili con questa visione. Il supporto importante rimane a 62 dollari, minimi di inizio mese al di sotto del quale il mercato potrebbe pericolosamente cercare un test ai minimi allineati di aprile e maggio a 55 dollari.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.