Eurostoxx: in forte crescita, obiettivo 3200 punti

L'indice europeo si attesta a 3157 punti

bg_ecb_1372809
Fonte Bloomberg

Prosegue la crescita dell’indice europeo, trainato sempre dalle dichiarazioni rilasciate dal governatore della BCE, Mario Draghi, venerdì sera al Simposio dei banchieri centrali di Jackson Hole nel Wyoming in materia di politica monetaria e di condizioni del mercato del lavoro. Nel proprio intervento Draghi ha utilizzato toni molto “dovish” sottolineando come nel mese di agosto l’inflazione abbia mostrato un ulteriore rallentamento e le aspettative di inflazione di medio termine (misurate dal 5 year/5 year inflation swap rate) abbiano registrato un calo importante (15 basis points) scendendo al di sotto del 2%, prima volta da ottobre 2011.

Inevitabilmente il prolungato periodo di bassa inflazione in Europa, i possibili rischi di deflazione, il rallentamento della crescita economica hanno portato il principale indice europeo a scontare il possibile lancio da parte della BCE di un piano di QE (ovvero di acquisto di titoli governativi principalmente titoli di stato).

Dal punto di vista tecnico l’Eurostoxx ha dato continuità al movimento rialzista partito dai bottom di agosto a 2974 punti risalendo fino a quota 3160 punti. L’indice sembra aver messo nel mirino l’obiettivo dei 3200 punti, picchi di fine luglio. L’eventuale superamento di tale riferimento creerebbe i presupposti per un allungo in direzione dei top annuali a 3300 e 3320. Primi segnali di debolezza giungeranno, invece, con il cedimento di 3080, preludio a un possibile ribasso verso 3010 e 2974.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.