Eur/Usd senza direzionalità dopo minute Fed e piano Grecia

Rimane al ridosso dell'area di 1,14 senza una precisa direzione il cambio, dopo i verbali più accomodanti della Banca centrale Usa e la presentazione del piano sul prestito della Grecia.

bg_eurusd_713968
Fonte: Bloomberg

Ieri sera i verbali della Federal Reserve hanno mostrato un tono più cauto sul rialzo dei tassi di interesse. I governatori della Banca centrale Usa temono che il forte apprezzamento del dollaro possa compromettere l'export statunitense. Dopo il comunicato le probabilità di un rialzo dei tassi a giugno si sono un po' ridimensionate e questo ha fatto respirare il biglietto verde.

Questa mattina, intanto, la Grecia ha avanzato la richiesta ufficiale per l'estensione del prestito con i creditori europei per 6 mesi. Le condizioni sono ora al vaglio dei Ministri delle Finanze dei singoli Paesi che domani si riuniranno in via straordinaria a Bruxelles per decidere sulla materia.

L'euro/dollaro intanto continua a oscillare intorno all'1,14. Crediamo che una risoluzione positiva della vicenda ellenica possa permettere alla moneta unica di recuperare terreno. Il cross eur/usd potrebbe cercare di superare la resistenza collocata a 1,1450, triplo massimo delle ultime 5 sedute, oltre il quale si determinerebbe un allungo sensibile verso 1,1550. Il supporto principale è dettato dalla trend line rialzista che congiunge i minimi crescenti dell'ultime 10sedute, ora in transito a 1,1350. Al di sotto di questo livello potrebbe esserci un affondo verso 1,1270, bottom che ha sostenuto il cambio più volte nell'ultimo mese. Questo livello è strategico per evitare una caduta verso 1,11.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.