Eur/Jpy al test della media mobile a 200 giorni

Aggiorna i minimi dal 6 febbraio scorso il cambio Eur/Jpy questa mattina sulle rinnovate tensioni in Iraq. 

bg_eurjpy_1084363
Source: Bloomberg

Gli acquisti sulla divisa nipponica non sono così importanti per ora e questo perché tra gli operatori prevale l’attesa in vista della Federal Reserve. Intanto questa mattina sono attese le figure finali sull’inflazione di maggio nell’eurozona. Nonostante le decisioni prese nell’ultimo meeting di politica monetaria dalla Bce, gli operatori restano in attesa del QE. Ogni eventuale spike dell’inflazione, dovuta anche a shock del prezzo del petrolio, potrebbe essere un deterrente per future mosse dell’Istituto di Francoforte.

Dal punto di vista tecnico, il cambio Eur/Jpy sta testando ora la media mobile a 200 giorni, a 137,80. Il cedimento di questo supporto aprirebbe a nuovi cali sino a 136,20, minimi annuali. Tentativi di rialzo vedrebbero la principale resistenza 139,75, dove passa ora la media mobile a 50 giorni. Per l'apertura di nuove posizioni long bisognerà attendere invece il superamento dei massimi di giugno a 140.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

IG presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.