Dow Jones sempre più vicino a quota 18 mila

Ancora una seduta di rialzi per Wall Street dopo i dati macro migliori delle attese.

bg_sale_1370751
Fonte: Bloomberg

L'indice manifatturiero della Fed di Philadelphia è salito a novembre, ai massimi da quasi 21 anni, arrivando sulla soglia dei 40 punti. Buone anche le cifre arrivate dalla vendita di abitazioni esistenti ad ottobre. Il tasso di crescita annualizzato è stato il più alto da settembre 2013.
I dati hanno portato una nuova ondata di acquisti sui listini Usa, che aveva aperto inizialmente in calo. Il sentiment ha subìto una scossa. Gli investitori stanno scontando una buona stagione degli acquisti natalizi, che inizieranno la prossima settimana con il Black Friday. Tutti i titoli del settore dei consumi stanno performando bene. Apple ieri sera ha toccato i nuovi massimi storici in vista degli acquisti delle prossime settimane.
Dal punto di vista tecnico, il Dow Jones Industrial Average ha terminato sui nuovi record storici ed è sempre più vicino alla soglia dei 18 mila punti, target psicologico importante.
L'RSI si sta avvicinando ai record di ipercomprato testati più volte nel corso degli ultimi 2 anni. Prima di arrivare al target sopra citato, è lecito attendersi una fase di pull back verso quota 17.350 punti, precedente record di settembre e primo dei ritracciamenti di Fibonacci nell'ascesa partita l'ultimo mese.
Un ritorno verso questi livelli potrebbe dare spazio all'ingresso di nuove posizioni long, che potrebbero essere in grado di portare le quotazioni verso area 18 mila punti. 
Attenzione al cedimento del supporto sopra citato, che potrebbe aprire a una correzione più marcata, verso il livello psicologico di 17 mila punti (secondo dei ritracciamenti sopra citati). 
 

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.