Dollar Index ai massimi di aprile

Tornano a scuotere i mercati i dati Usa dopo diversi giorni di assenza.

I dati migliori delle attese degli ordini di beni durevoli rilasciati ieri hanno portato nuovo ottimismo sul Paese a stelle e strisce, facendo apprezzare il biglietto verde verso le principali valute mondiali. L’attesa è per i dati di domani, quando avremo tra gli altri, anche la prima lettura del Pil del 1° trimestre. Il consenso propende per una revisione a -0,5% annualizzato dal +0,1% della stima flash. Il maggior contributo negativo dovrebbe essere quello della bilancia commerciale, che ha mostrato a marzo un deficit in ampliamento nonostante la debolezza del biglietto verde. Nonostante i recenti dati siano risultati positivi, questi non sono eccezionali tali da modificare le scelte della Federal Reserve. Probabilmente qualche indicazione più chiara in merito arriverà il 6 giugno, quando avremo i non farm payrolls del mese corrente.

Per ora ogni figura macro migliore delle attese alimenta acquisti sul dollaro Usa, mette pressioni in vendita sui Treasury e indebolisce l’oro, come se gli operatori apprezzino un avvicinamento della fine degli stimoli monetari.

Alla luce delle considerazioni fatte, non stupisce che ieri il Dollar Index, che misura la performance del biglietto verde contro un paniere di valute, abbia toccato ieri i massimi da inizio aprile, tornando a quota 80,50. Il superamento di questo livello aprirebbe a un test dei massimi settimanali a 80,80. Il target principale rimane a 81,60, top di novembre. Il primo supporto rimane a 80,20, minimi settimanali, il cui cedimento apre a un affondo verso area 80-79,95, minimi testati due volte nelle ultime due settimane e secondo dei ritracciamenti di Fibonacci nell’ascesa partita a maggio. Solo il cedimento di questo livello modificherebbe l’impalcatura rialzista di brevissimo termine e aprirebbe di fatto a un ritorno verso 79,50.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Le basi del trading

  • Tipologie di rischio

    Tutti gli investimenti finanziari comportano un certo livello di rischio. Scoprite come proteggere il vostro portafoglio valutando i rischi da affrontare e gestendo con attenzione la vostra esposizione.

  • Tipologie di ordine

    Imparate come aprire e chiudere una posizione, scegliendo tra la semplice contrattazione immediata e le istruzioni impartite automaticamente per negoziare in vostra assenza. Gli ordini possono aiutarvi ad assicurarvi dei profitti o a proteggervi dalle perdite: scopritene i vari tipi e guardate come utilizzarli.

  • Fare Trading con i CFD

    In questa sezione vi presentiamo un'introduzione al trading con i CFD (Contratti per Differenza) e al funzionamento di questo strumento, attraverso esempi e vantaggi nell'operare con i CFD. Inoltre esamineremo i relativi costi e i requisiti di finanziamento.

     

IG presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.