Dax cercherà di difendere area 9.000 in attesa del Fomc

Ha chiuso ieri per la prima volta in assoluto sopra l’area dei 9.000 punti il principale indice azionario tedesco, reduce da un rally che dura ormai da due anni.

La corsa, che ha beneficiato quasi unicamente dell’abbondante liquidità immessa nel sistema dalle banche centrali, potrebbe prendersi una pausa ora. Molto dipenderà da come gli operatori leggeranno il comunicato del Fomc di questa sera. Se nel testo dovesse rimane aperta la possibilità di iniziare il tapering entro la fine dell’anno probabilmente la correzione potrebbe essere più vicina del previsto e qualche segnale di cedimento lo vedremo domattina sulle borse europee. Se il comunicato dovesse, invece, mostrarsi particolarmente accomodante viste le recenti incertezze legate al debito, ecco che allora le borse potrebbero approfittarne per arrivare verso nuovi record. Dal punto di vista tecnico, potrebbe essere molto pericoloso andare contro un simile trend. Per ora le possibili aree di pull back si collocano in area 8.780-8.760 punti (top di settembre), al di sotto del quale l’indice potrebbe tentare un test al supporto ben più importante degli 8.500-8.480 punti, bottom di ottobre. Solo con il cedimento di questo livello le vendite potrebbero intensificarsi, proiettando l’indice verso quota 8.100. Indicazioni positive giungerebbero invece solo con un superamento dei 9.050 punti, preludio per un’accelerazione verso area 9.200 punti.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

IG presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.