Dax, turbolenze ancora in corso

L'indice tedesco anche questa mattina ha fallito il rimbalzo.

bg_trader_1550403
Fonte: Bloomberg

Proseguono in calo gli indici europei, che questa mattina sembrano dare seguito alla debolezza emersa sul finale di seduta di ieri. Nonostante l’apertura in territorio positivo, i mercati hanno virato quasi subito in negativo. Questa mattina abbiamo rivissuto un po’ quello che è successo nella seduta di ieri, quando gli indici, dopo una seduta trascorsa in deciso rialzo, hanno terminato in calo e sui minimi di giornata.

Questi repentini cambiamenti di fronte sono un segnale di quanto sia fragile il sentiment in questo momento. Gli investitori fanno fatica a trovare market mover in grado di dare spazio a un recupero e si lasciano andare alle vendite. Occorre aggiungere anche che i volumi bassi legati al periodo natalizio fanno poi il resto. Pochi scambi sono in grado di muovere il mercato anche di molto.

Sul fronte macro, oggi sono in agenda i dati finali sul Pil statunitense del 3° trimestre, un elemento questo che non dovrebbe scuotere particolarmente gli investitori, visto che può essere considerato “vecchio”. Più importanti saranno le figure di domani sugli ordini di beni durevoli di novembre. Tra l’altro domani l’agenda macro risulterà particolarmente affollata data la chiusura per il lungo ponte natalizio.

Tornando sui mercati europei, il Dax continua ad essere più colpito da queste turbolenze. Questa mattina l’indice tedesco ha tentato invano il ritorno sopra area 10.600 punti, salvo poi virare bruscamente e scendere sino a 10.400 punti.

La prima area di supporto rimane collocata proprio tra 10.400-10.370 punti, 50% del ritracciamento di Fibonacci nel rally di fine settembre culminato con i massimi di inizio dicembre. Una rottura di questo supporto aprirebbe a un ritorno verso i 10.120 punti, ultimo dei ritracciamenti sopra citati su cui l’indice ha trovato supporto già la scorsa ottava. È necessario che questo livello tenga per evitare una pericolosa accelerazione verso i 9.300 punti, minimi estivi.

Al rialzo, i primi obiettivi passano per 10.630 punti, dove coincidono due livelli di Fibonacci, ovvero il 38,2% di quello suddetto e il 38,2% di quello che parte dai massimi di dicembre e culminato con i minimi della scorsa settimana (in blu). Il superamento di tale riferimento allontanerebbe momentaneamente i pericoli di nuove discese. La resistenza successiva si colloca a 10.800 punti e poi a 10.930, dove ancora una volta si accavallano due livelli di Fibonacci sopra citati.

Solo una perentoria vittoria di questa resistenza potrebbe aprire la strada a un ritorno sui 10.400 punti, massimi di inizio mese. 

Germany30Cash

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.