Nikkei: in lieve ribasso in avvio di settimana, PIL Cina +7,7% nel 4T

L’indice giapponese ha mostrato una prima sessione dell’ottava in calo in scia alla pubblicazione delle cifre macroeconomiche in Cina che hanno un po’ deluso i mercati

Nel 2013 la crescita del PIL in Cina è stata pari al +7,7% stesso incremento evidenziato nel 2012 ma ben inferiore al +9,3% del 2011. Le aspettative per il 2014 sono per un ulteriore rallentamento (+7,4%).

Interessanti anche le dichiarazioni del primo ministro nipponico Shinzo Abe che ha cercato di allentare le tensioni con la Corea del Sud e Cina sulle questioni territoriali nel Mare Cinese Orientale. Abe ha, inoltre, discusso in merito all’aumento della tassa sui consumi (ad aprile incremento dal 5% all’8%) che potrebbe avere effetti negati sull’economia del Paese del Sol Levante.

Dal punto di vista tecnico dai picchi del primo gennaio l’indice ha mostrato una fisiologica correzione che l’ha portato a toccato un minimo annuale a 15372. Al momento l’indice si mantiene vicino ad area 15700 non troppo lontano dalla resistenza posta a 16 mila punti. L’eventuale superamento di tale riferimento potrebbe dare la forza ai prezzi per allungare proprio verso i top a 16380, ostacolo da oltrepassare per rialimentare le pressioni rialziste del trend di fondo e proiettare il Nikkei verso target ben più ambiziosi situati a 17 mila punti. Primi segnali di debolezza giungeranno, invece, con il cedimento di 15370, preludio a una possibile flessione verso i sostegni a 15 mila.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Le basi del trading

  • Stop

    Imparate come aprire e chiudere una posizione, scegliendo tra la semplice contrattazione immediata e le istruzioni impartite automaticamente per negoziare in vostra assenza. Gli ordini possono aiutarvi ad assicurarvi dei profitti o a proteggervi dalle perdite: scopritene i vari tipi e guardate come utilizzarli.

  • Trading in leva

    Imparate come utilizzare la leva finanziaria per ottenere una maggiore esposizione sul mercato a fronte di un esborso iniziale relativamente contenuto. Spiegheremo quanto sia importante utilizzarla con cautela, poiché se da una parte può amplificare i vostri profitti dall'altra può comportare un incremento del vostro rischio di perdita.

  • Che cos'è un piano di trading?

    Un piano di trading è uno strumento che vi consente di definire chiaramente i vostri obiettivi e vi aiuta a conseguirli. In questo modulo spieghiamo come redigere e implementare un piano personale.

IG presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.