Week Ahead: 20-24 gennaio, Banche centrali e trimestrali USA

Agenda dei principali eventi economici della settimana

Dopo le vicende politiche l’attenzione degli addetti ai lavori potrebbe ritornare al mondo industriale con la pubblicazione di importanti conti trimestrali negli States. La prossima settimana pubblicheranno i conti Netflix, Intel, IBM, AMD e Texas Instruments, importanti società soprattutto del comparto tecnologico.

Da un punto di vista macroeconomico gli operatori saranno impegnati a seguire i meeting delle banche centrali. Sarà interessante capire se il nuovo governatore della BCE Christine Lagarde comunicherà delle informazioni su possibili cambi negli interventi dell’istituto centrale con sede a Francoforte. Poche variazioni anche per Bank of Japan e Bank of Canada. Per i dati macro particolare interesse sulle cifre PMI di venerdì soprattutto quelle inglesi. Crediamo infatti che indici PMI inferiori alle attese potrebbero aumentare notevolmente le possibilità di un prossimo taglio dei tassi d’interesse da parte della Boe.

Per l’Italia potrebbero aumentare le tensioni in vista della tornata elettorale in Emilia Romagna e Calabria.

Lunedì 20 Gennaio

Produzione industriale, Giappone;

Prezzi alla produzione, Germania.

Martedì 21 Gennaio

Meeting BoJ, decisione sui tassi d’interesse, Bank of Japan, Giappone;

Disoccupazione ILO, Regno Unito;

Indice ZEW fiducia, Germania;

Trimestrali USA: IBM, Johnson & Johnson e Netflix.

Mercoledì 22 Gennaio

Inflazione, Canada;

Meeting BoC, decisione sui tassi d’interesse, Bank of Canada, Canada;

Vendite di case esistenti, Stati Uniti;

Scorte petrolio e derivati, Stati Uniti;

Trimestrali USA: Texas Instruments.

Giovedì 23 Gennaio

Bilancia commerciale, Giappone;

Disoccupazione, Australia;

Meeting BCE, decisione sui tassi d’interesse, Banca Centrale Europea, Zona euro;

Richieste di sussidi di disoccupazione, Stati Uniti;

Indice di fiducia, Zona euro,

Leading indicator, Stati Uniti.

Trimestrali USA: Intel, Starbucks.

Venerdì 24 Gennaio

Inflazione, Giappone;

Indice PMI manifatturiero preliminare, Francia, Germania, Regno Unito, Zona euro;

Indice PMI dei servizi preliminare, Francia, Germania, Regno Unito, Zona euro;

Trimestrali USA: AMD.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 68% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.