Rimbalzo degli indici globali, ancora iniezioni di liquidità da parte di Fed e BoJ

Tornano gli acquisti anche sugli azionari europei, in attesa dei dati dell’indice prospettico ZEW. Su Piazza Affari rally di Buzzi, +8%

Tornano gli acquisti sugli indici globali, galvanizzati dalle ultime mosse della Federal Reserve statunitense e della Bank of Japan che hanno ampliato gli acquisti di asset per inondare di liquidità i mercati, tuttora spaventati dalla possibilità di una seconda ondata di coronavirus.

Cosa ha annunciato la Fed?

Proprio oggi il presidente della Banca centrale Usa Jerome Powell presenterà alla commissione Bancaria del Senato il suo rapporto sulla strategia monetaria.

Ieri sera la Fed ha annunciato lampliamento del programma di acquisti anche sul mercato secondario (a differenza di quanto previsto in primavera), comprendendo bond societari fino a 750 miliardi di dollari.

La mossa è batata per far scattare i listini di Wall Street, dopo la giornata in rosso di ieri. Al momento i futures Usa fanno presagire un’apertura ben al di sopra della parità, on il Dow Jones in rialzo di 157 punti, l’S&P 500 di 25,29 punti e il Nasdaq che ne guadagna 137.

A trainare al rialzo Wall Street non è però solo la Fed. Secondo quanto riportato da Bloomberg, il presidente Usa Donald Trump sarebbe al lavoro per annunciare una proposta per la costruzione di infrastrutture (ponti, strade, ma anche collegamenti per il 5G) dal valore totale di mille miliardi di dollari.

Si indebolisce il dollaro, con il cambio USD/JPY a sceso a 107,438 (durante le ultime ore di contrattazione sui mercati asiatici, lunedì, lo yen aveva iniziato a recuperare terreno, con gli acquisti spinti dai timori di un nuovo focolaio di coronavirus in Asia, salvo poi ritracciare i guadagni e assestarsi tra 107,3 e 107,5), mentre nei confronti dell’euro il ambio è tornato a salire dopo l’apertura europea – al momento il cambio EUR/USD viaggia a quota 1,1332.

Salgono invece i tassi sui Treasuries statunitensi: quelli sui bond a 10 anni hanno osservato un aumento dello 0,7479%, mentre per i titoli in scadenza a 30 anni i tassi sono saliti dell’1,5213%.

E cosa la Bank of Japan?

Nessun intervento sui tassi invece da parte della Banca centrale giapponese, che in compenso ha annunciato l’allargamento del suo piano di acquisti di asset (titoli commerciali, obbligazioni corporate e i suoi prestiti attraverso le banche commerciali), portandolo da 75 mila miliardi a 110 mila miliardi di yen (corrispondenti a circa 690 miliardi, che arriverebbero a circa 1.020 miliardi di dollari).

Le due mosse insieme hanno aiutato il rimbalzo degli indici asiatici, che solo ieri viaggiavano in profondo rosso sulla scia dei timori di una seconda ondata di coronavirus. Forti rialzi dunque sulle Borse giapponesi, dove il Nikkei è schizzato del 4,88% a 22.582 punti mentre il Topix è salito del 4,09%. In Cina la Borsa di Shanghai guadagna in chiusura l’1,44%, Shenzhen l’1,85% e China A50 l’1,41%.

Rimbalza soprattutto la Corea del Sud, dove il Kospi segna un rialzo del 5,28%, bene anche l’Hang Seng, +2,54%.

Come si prospetta la giornata in Europa?

Con un occhio ai dato macro (in mattinata sono attesi la disoccupazione nel Regno Unito di maggio e soprattutto, alle 11:00, l’indice ZEW sulle condizioni economiche tedesche), in Europa gli indici aprono tutti con il segno più davanti: a un’ora dall’apertura Parigi guadagna l’1,84%, Francoforte il 2,05%, Londra segna un rialzo del 2,26%, Madrid dell’1,79% e infine Milano sale del 2,03%.

Su Piazza Affari si registra il rally di Buzzi Unicem , che guadagna oltre l’8,3% e sale a 19,45 euro. Bene anche Cnh, in rialzo di oltre il 4%, così come Banco Bpm.

Fai trading su indici e altri mercati senza rischi con il conto demo di IG.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Opera sugli indici

Fai trading oggi con i principali indici globali.

  • Puoi negoziare con gli spread più bassi del mercato su Wall Street
  • Spread da 0,8 punto su FTSE 100 e Germany 30
  • Scegli l'unico broker che offre quotazioni H24

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 76% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.