Monte dei Paschi in evidenza, ipotesi cessione NPL con Ue

Il Mef tenta la carta europea per sanare il budget dell’istituto di credito senese, nel tentativo di trovare un acquirente entro la fine dell’anno

Lavori in corso al ministero dell’Economia e delle Finanze per sanare il bilancio del Monte dei Paschi di Siena. Secondo quanto riportato dalle agenzie Bloomberg e Reuters, l’Italia sta infatti contrattando con la Commissione Europea per la cessione di Npl (Non performing loans) e compensare 10 miliardi di euro di crediti deteriorati.

Come procede il salvataggio Monte dei Paschi?

Il Mef deve infatti trovare un acquirente per l’istituto di credito entro la fine dell’anno. A dicembre infatti il govenro deve liberarsi della sua quota di capitale della banca (il 68%), acquisita dopo l’operazione di ricapitalizzazione di due anni fa. Ora la sfida è sanare il bilancio della banca senese. Il Mef potrebbe strappare altri sei mesi di tempo alla direzione europea della Concorrenza della Commissione, posticipando l’uscita dal capitale della banca al 2021.

I 10 miliardi che il ministero delle Finanze starebbe negoziando con la Commissione Ue ammonterebbero a circa due terzi del debito complessivo, ma la strada è ancora lunga. I Non performing loans, prestiti bancari concessi in via eccezionale che godono di una particolare delazione del pagamento (o per cui il debitore non si presenta come particolarmente affidabile) anche chiamati crediti deteriorati, hanno danneggiato notevolmente i bilanci bancari. L’Europa negli ultimi anni ha fatto forti pressioni soprattutto sulle banche italiane per migliorare la qualità dei bilanci, cedendo in particolare proprio gli stock di NPL.

Fusione con Ubi Banca?

Nei giorni scorsi si era fatta di nuovo strada la possibilità di una fusione con il gruppo Ubi Banca, all’indomani dei rumor su una possibile confluenza di Banco Bpm nel gruppo stesso. Tuttavia, lo stesso amministratore delegato di Bpm, Giuseppe Castagna, è stato evasivo a tal proposito: “Ci sta lavorando il governo e ci stanno lavorando all'interno della banca i manager e il consiglio”, ha dichiarato all’inizio della settimana. “Non si è ancora nemmeno capito quali siano le tempistiche”, ha aggiunto, riferendosi all’uscita dello Stato da Mps.

Stefania Bariatti, presidente di Mps, ha inoltre ricordato che in caso di fusione l’istituto senese non avrebbe voce in capitolo: “Decide l’azionista”, ha dichiarato a margine dell’assemblea generale di Assolombarda, che si è tenuta ieri a Milano.

Gli effetti sulla Borsa

Nel frattempo, in una Piazza Affari che ha aperto leggermente in rialzo, con il Ftse Mib a +0,26%(Italy 40), spiccano le azioni di Banca Monte dei Paschi di Siena SpA, che in mattinata hanno segnato un rialzo del 2,73%. Gli indici globali scontano ancora l’effetto del dato di ieri sul settore dei servizi Usa, deludente rispetto alle aspettative (52,6 punti rispetto ai 55,3 attesi), che però ha fatto schizzare al 90% le probabilità che la Federal Reserve decida di tagliare di nuovo il tasso di interesse – la decisione è attesa per il 30 ottobre.

Scopri come fare trading sulle azioni Mps e altri mercati con IG.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Opera sugli indici

Fai trading oggi con i principali indici globali.

  • Puoi negoziare con gli spread più bassi del mercato su Wall Street
  • Spread da 1 punto su FTSE 100 e Germany 30
  • Scegli l'unico broker che offre quotazioni H24

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.