FTSE Mib, focus titoli in perdita: chi pesa sul listino di Piazza Affari?

FTSE Mib in bilico attorno alla parità. Due titoli spingono a ribasso l’indice italiano: STM, zavorrato dal profit warning di Broadcom, e Juventus, in attesa del sì definitivo del nuovo allenatore. Chi sarà il nuovo mister?

Piazza Affari Fonte: Bloomberg

FTSE Mib in bilico attorno alla soglia della parità nell’ultima giornata di scambi settimanali. Due titoli spingono a ribasso l’indice italiano delle 40 aziende più capitalizzate a Milano: STMicroelectronics (3,8%), zavorrato dal profit warning di Broadcom, tra i maggiori player statunitensi nel comparto dei chip, e Juventus (-5%), in attesa del sì del nuovo allenatore: sarà Maurizio Sarri?

La giornata di venerdì si è aperta all'insegna dei dati cinesi: a maggio, la produzione industriale del Dragone ha toccato un minimo da oltre 17 anni, in crescita del 5% rispetto alle attese del 5,4%. Il rallentamento del settore di punta cinese ha portato a rivalutare il futuro di alcuni settori di punta ad oriente, in primis quello tecnologico, oggetto del contendere con gli Stati Uniti e naturalmente soggetto ad elevata volatilità di mercato.

Azioni STMicroelectronics

Sempre in mattinata è giunto l'annuncio di Broadcom, che ha previsto un drastico calo delle vendite pari a 2 miliardi di dollari per il periodo in corso, segno che le conseguenze della guerra commerciale promossa da Donald Trump potrebbero impattare negativamente sui corsi di borsa statunitensi, nonché sui livelli di crescita nazionale e globale.

Tornato al test dei 14 euro per azione, STMicroelectronics ha registrato una performance positiva a partire da inizio anno, con una variazione attorno al +15% sulle speranze di una risoluzione della guerra di posizione tra Washington e Pechino. Dopo i ribasso dello scorso anno superiore al 43%, gli analisti censiti da Reuters hanno espresso sul titolo una posizione di tipo hold, mantenere, con un prezzo target superiore del 20% circa rispetto ai valori attuali (a 17,50 euro per azione) ed un valore mediano attorno ai 17,70 euro. STM, che capitalizza sul mercato 14,8 miliardi di dollari, distribuirà un dividendo da 0,214 euro per azione lunedì 17 giugno (con pagamento in data 19 giugno). L’azienda rivelerà i propri risultati trimestrali (Q2) il 29 luglio prossimo.

Azioni Juventus

Deciso tonfo in borsa per le azioni della società bianconera che, in ritardo rispetto alla tabella di marcia sull’allenatore della stazione 2019/2020, perde terreno (-5% nella prima metà del pomeriggio) in attesa della firma. A dare il proprio sì definitivo alla panchina della Vecchia Signora dovrebbe essere l’ex allenatore del Napoli, attuale mister del Chelsea, Maurizio Sarri.

Passati i giorni dei continui rinvii e ormai nel pieno della fase di calciomercato, Juventus sembra abbia scelta la sua guida. Una notizia poco apprezzata dal titolo in Borsa, che, dopo aver beneficiato dei rumors di un eventuale arrivo di Pep Guardiola (ora al Manchester City), risponde ora con le vendite alla scelta di Sarri.

Secondo anticipazioni, il Chelsea avrebbe scelto il nuovo allenatore, Frank Lampard, aprendo così la strada verso Torino per il tecnico italiano. Sarri dovrebbe invece presentarsi oggi a Londra per la firma della risoluzione del contratto, momento a partire dal quale potrebbe avvenire il tanto atteso annuncio.

Dopo essere tornato a quotare a ridosso dei massimi di periodo in area 1,65 euro per azione, il titolo Juventus è tornato oggi a prezzare al di sotto di 1,55 euro per azione. In attesa dei dati di bilancio relativi all’anno 2018/2019, il mercato rimane in attesa di conoscere i nuovi ingressi per la stagione 2019/2020, nonché la reazione degli operatori all’ufficializzazione del mister.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 74% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.