Un bitcoin in stile JP Morgan: al via la prima criptovaluta bancaria americana

JP Morgan, prima banca d'affari Usa, lancia una cripto di proprietà. E' la JPM Coin, vincolata al dollaro. Permetterà di velocizzare le transazioni tra clienti. Dimon (Ceo) a fine 2017: "il bitcoin è una truffa", la blockchain no.

Fonte: Bloomberg

Tornano le criptovalute, per mano questa volta di una delle più grandi banche d’affari: JP Morgan, prima tra i colossi della finanza americana, ha lanciato la propria criptovaluta di proprietà per aiutare a regolare i pagamenti tra i clienti nella loro attività all'ingrosso.

La moneta digitale, che andrà sotto il nome di JPM Coin, potrebbe essere il precursore di una serie di monete di proprietà a supporto dell’attività ordinaria degli istituti del credito.

JPM Coin: una criptovaluta per accelerare i pagamenti

La criptovaluta, che fonda sulla tecnologia del trasferimento di informazioni “a blocchi” (blockchain) dovrebbe ridurre le lungaggini di tempo tipiche dei classici bonifici, consentendo trasferimenti istantanei.

Sebbene l'amministratore delegato di JP Morgan, Jamie Dimon, avesse criticato a fine 2017 il bitcoin, prima criptovaluta approdata sul mercato, apostrofandola come “una truffa”, la banca ha però sempre creduto nel potenziale della tecnologia sottostante. "Sosteniamo le criptovalute purché siano correttamente controllate e regolamentate", ha dichiarato Umar Farooq, responsabile dei servizi di tesoreria digitale e Blockchain di JP Morgan.

JPM Coin: tecnologia blockchain nelle mani della banca

La moneta digitale di JP Morgan potrà essere utilizzata dai soli clienti: dopo aver depositato il proprio denaro in un contro, il cliente vedrà il proprio denaro convertito in un numero equivalente di monete JPM. Il cliente può quindi utilizzare tali monete per eseguire transazioni sulla rete della blockchain di proprietà della banca verso altri clienti.

A transazione eseguita, i possessori di Coin possono riscattare il proprio denaro reale convertendolo in dollari americani.

Sebbene presenti la classica caratteristica dell’immediatezza, la cripto di JP Morgan è stata tacciata di non godere dell’indipendenza e dell’autonomia classica delle valute digitali, restando sotto il controllo centrale della banca.

L’istituto, con la propria cripto, si prefigge inoltre di ridurre il rischio di controparte e di regolamento tra clienti, portando anche alla diminuzione dei requisiti patrimoniali.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 74% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.