I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio.

Cina: i lockdown pesano sull’economia reale e sulle Borse

I dati macroeconomici relativi a produzione industriale e vendite al dettaglio cinesi sono stati molto peggiori del previsto.

I risultati macroeconomici del colosso asiatico hanno destabilizzato leggermente il listino di Shanghai che patisce una lieve flessione negativa dello 0,34% a 3221, lievemente negativo anche l’Hang Seng. Infatti, i dati sulla produzione industriale cinese fanno segnare un -2,9% ad aprile rispetto al +5% del mese precedente ed alle previsioni ferme ad un più ottimistico +0,4%.

Anche le vendite al dettaglio non hanno registrato i risultati sperati. Queste sono crollate dell’11%, contro il -3,5% registrati a marzo e le previsioni di -6,1%. Su queste stime, infatti, pesano molto i recenti lockdown imposti dalle autorità di Pechino dopo una rapida crescita dei casi di Covid-19 riscontrati nei mesi precedenti.

Le misure draconiane riguardo alle chiusure hanno fortemente influenzato l’economia cinese che sembrava aver messo le ali dopo aver superato le fasi più buie della pandemia. Infatti, le restrizioni - attive da circa sei settimane - hanno paralizzato soprattutto il cuore finanziario ed industriale del paese, Shanghai. Il suo porto commerciale sull’estuario del fiume Yangtze - il più trafficato del mondo - è rimasto parzialmente chiuso riducendone la capacità di importazione ed esportazione di materie prime e beni finiti, soprattutto verso l’Europa.

Infatti, le statistiche sono le peggiori dal marzo 2020 e preoccupano gli economisti di un possibile rallentamento del gigante cinese. Il tasso di disoccupazione ha raggiunto il 6,1% ad aprile ed il governo ha annunciato un piano per cercare di farlo scendere al 5,5% per il 2022.

Dunque, l’economia cinese è stata frenata notevolmente da questo colpo di coda della pandemia. Tuttavia, mentre in Occidente le banche centrali stanno alzando i tassi di interesse per rallentare le pressioni inflazionistiche - ai massimi da decenni - in Cina il tasso di inflazione ha fatto registrare ad aprile un rialzo solo del 2,1% anno su anno. Questo dimostra che dopo il rimbalzo post pandemico i consumi cinesi stentano ancora a decollare.

Quali effetti sull’economia reale?

I dati parlano chiaro e mostrano un deciso rallentamento economico cinese anche se nel breve periodo questi sono particolarmente influenzati dalle chiusure forzate delle attività produttive. Non ci sono segnali di una possibile stagflazione (rallentamento economico unito ad alta inflazione) visto che il sistema economico rimane lontano dalla piena occupazione e le pressioni inflazionistiche non sono tali da creare preoccupazione.

Tuttavia, le dimensioni dell’economia cinese (seconda al mondo per PIL) e la posizione importante che riveste negli scambi mondiali sono tali da poter provocare delle ripercussioni a cascata su altri paesi. Per esempio, l’importazione di materie prime quali gas naturale, petrolio e rame e l’esportazione di prodotti finiti come semilavorati e macchinari subiranno in futuro una contrazione speculare ai dati registrati. Questo può influenzare non solo le economie occidentali (soprattutto l’Europa) ma anche i bilanci delle stesse aziende cinesi.

Come comportarsi sui mercati finanziari?

Da inizio anno l’indice di Shanghai fa registrare un calo del 18%, in linea con la tendenza ribassista dei mercati europei ed americani. Sicuramente gli effetti delle restrizioni imposte in questi due mesi influenzeranno negativamente la crescita dell’economia cinese nel breve termine. Tuttavia, se la vivacità del settore manifatturiero dovesse essere più forte del previsto, ci potrebbe essere un corposo rimbalzo, economico e finanziario, nel terzo trimestre del 2022.

Quali le prospettive tecniche di breve dell’indice Hong Kong HS50?

Nel breve sarà fondamentale la tenuta del supporto in area 19155. L’eventuale cedimento di tale sostegno strategico getterà le basi per una estensione della discesa sul prossimo sostegno a 18130, bottom del 15 marzo. In caso di mantenimento al di sopra di 19155 possibili nuove reazioni positive. Conferme sopra i massimi odierni a 20215. Una vittoria sopra 20215 potrebbe creare i presupposti per un allungo verso i 21 mila punti.

Inizia a fare trading con i Turbo24

Con i Turbo24 puoi fare trading sui indici, azioni, materie prime e forex tutto il giorno senza interruzioni. Otterrai un’esposizione sul mercato sottostante solo con un piccolo deposito iniziale.

Apri un conto reale o prova la demo per esercitarti con i Turbo24.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Scopri nuove opportunità di trading

Con IG vai long o short su oltre 17.000 mercati. Scegli la nostra piattaforma pluripremiata per fare trading con spread ridotti su indici, azioni, materie prime e molto altro.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading