I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 71% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.

Cambio euro dollaro, analisi e previsioni

Dopo aver oltrepassato 1.22 a fine febbraio il cambio EUR/USD ha vissuto un mese di Marzo particolarmente negativo che lo ha portato a 1.1704. Settimana scorsa però è tornato velocemente a 1.1927. E’ ricominciata la fase bullish?

La ritrovata forza del dollaro

I motivi del crollo di Marzo sono principalmente due. Innanzitutto la forza ritrovata del Dollaro: le aspettative di una ripresa economica più rapida del previsto hanno fatto schizzare i tassi di interesse dei bond americani e di conseguenza il dollaro. Questo perché ovviamente dati macro positivi e un piano vaccinale ben avviato hanno convinto il mercato che la FED potrebbe intervenire con un rialzo dei tassi ben prima del 2023. Powell d’altro canto si è più volte professato a favore di movimenti inflazionistici oltre la soglia del 2%, ma specificando anche che questi saranno temporanei e che la FED non ha intenzione di intervenire prima che il mercato del lavoro ritorni stabilmente ai livelli pre-covid.

Il secondo motivo è un piano vaccinale europeo decisamente più lento degli altri Paesi sviluppati. Non si può puntare a una rapida ripresa se continuano ad esserci restrizioni e lockdown e chiaramente questo passa attraverso la velocità con cui la popolazione europea verrà vaccinata. Questi ritardi, uniti ai dubbi continui sul vaccino Astrazeneca, hanno indebolito l’ Euro.

La prima settimana di Aprile ha delineato diversi cambiamenti. Cosa aspettarsi?

La vendita di obbligazioni statunitensi è diminuita e per ora i rendimenti dei titoli del Tesoro sembrano essersi assestati, con il tasso a 10 anni che oscilla tra l'1,60% e l'1,75%. Il dollaro ha avuto una settimana mista, perdendo terreno contro tutte le valute del G10 ad eccezione della sterlina e della maggior parte delle valute dei mercati emergenti. Va notata la massiccia liquidazione delle posizioni corte in USD sul mercato Futures, il che significa che la copertura allo scoperto non sosterrà il dollaro nel breve termine. Non si può pensare che l'aumento dei tassi di interesse si fermi qui, ma ci sarà bisogno di dati macro convincenti a supporto dell’inflazione per spingere la prossima mossa verso l'alto. Per quanto riguarda l’Eurozona, la scorsa settimana gli indici PMI hanno subito una revisione al rialzo insolitamente ampia e gli ordini di fabbrica tedeschi sono stati forti. Nel frattempo, le aspettative di un miglioramento del piano vaccinale nel secondo trimestre stanno guidando un migliore sentiment per l'euro quindi credo che ci sia spazio per continuare il rally.

Il prossimo target è il livello di resistenza a 1.1950 dopodichè, se il dollaro continuerà a rimanere in attesa e non ci saranno dati macro USA particolarmente inflazionistici l’EUR/USD potrà provare il re-test del livello chiave di 1.20.

Inizia a fare trading con i Turbo24

Fai trading sui principali indici tutto il giorno senza interruzioni con i Turbo24 – inclusi Cac40, Dax 30, Dow Jones e Ftse 100. Otterrai un’esposizione sul mercato sottostante solo con un piccolo deposito iniziale.

Apri un conto reale o prova la demo per esercitarti con i Turbo24.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Scopri i primi certificati turbo al mondo quotati H24

  • Leva variabile a partire da 3x
  • Rischio limitato
  • Zero commissioni

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading