Bitcoin in aumento, superati gli 8 mila dollari: nuovo bene rifugio?

Mentre la situazione in Medio Oriente spaventa i mercati, il nuovo “oro digitale” sembra comportarsi sempre più come un vero e proprio metallo prezioso

La reazione di Teheran all’uccisione del generale Qassem Soleimani, avvenuta venerdì scorso con un raid aereo Usa, non si è fatta attendere e, stanotte, oltre una dozzina di missili ha colpito le basi statunitensi a Erbil, in Iraq.

L’instabilità si è riversata sui mercati, con gli investitori che tentano di mettersi al sicuro da asset più rischiosi, tornando a beni rifugio: oro, petrolio, yen. Allo stesso tempo, però, ad aumentare è anche il prezzo del bitcoin, che in pochi giorni ha subito un rialzo del 15,59%, arrivando a 8.255,70 dollari.

Quando è iniziato il trend rialzista?

Sembra ormai palese che tale rialzo sia una risposta al timore di un escalation di violenza in Medio Oriente.

Rialzi così alti non si vedevano da aprile 2019. Solo dall’inizio di gennaio, il valore del bitcoin è aumentato di circa 1.000 dollari. Tuttavia, considerando un periodo più lungo, come gli ultimi cinque mesi, si evidenzia per lo più un andamento ribassista, con un crollo verso la fine di settembre che aveva fatto piombare la criptovaluta a 7.300 dollari – movimento proseguito per quasi tutto il mese di ottobre, fino a quando non è tornata in area 9.500 dollari: un rialzo di oltre il 33% in 72 ore, che la fece arrivare a quota 9.384 dollari.

Tuttavia, il fenomeno che si osserva è piuttosto quello di una corsa al bitcoin come bene rifugio, quasi al pari di oro e petrolio.

Qualcosa del genere era avvenuta già nel 2018, nel momento in cui gli attriti tra Cina e Stati Uniti in relazione alla guerra commerciale avevano cominciato a farsi sempre più forti. Quella volta il bitcoin era arrivato a valere 14 mila dollari, prima di scendere ai livelli che poi avrebbe mantenuto per tutto il 2019.

Al momento, la capitalizzazione del bitcoin ammonta a un totale di 144,7 miliardi di dollari, secondo CoinMarketCap, che sottolinea anche come al giorno il volume di scambio della criptovaluta più famosa raggiunta (virtualmente) i 27 miliardi di dollari.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 68% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.