Juventus miglior titolo FTSE Mib su base settimanale, mensile, annuale. Inter-Alibaba? Rumors

Azioni Juventus top performer a Piazza Affari. Indiscrezioni spingono le azioni. Questione Inter: chi sta dietro all'acquisto (quote Thohir)? Tutto porta ad Alibaba. Jack Ma smentisce.

Jack Ma
Fonte: Bloomberg

Qual è il miglior performer dell’indice FTSE Mib da inizio anno? Una risposta plausibile potrebbe essere la seguente: è quello stesso titolo che, su base settimanale, mensile ed annuale occupa la prima posizione del paniere italiano delle quaranta società più capitalizzate. In breve, Juventus.

Si torna quindi a parlare di calcio, in una giornata interessante su più fronti. Fatta da parte la prestazione borsistica del club bianconero, cresciuto del 30% dal giorno del proprio ingresso nell'indice FTSE Mib (27 dicembre), a scatenare il mercato calcistico sono state nelle scorse ore le indiscrezioni emerse a proposito di un altro celebre team: quello neroazzurro.

Alibaba verso l'acquisto di quote Inter? Jack Ma nega

Dietro all’operazione di acquisto del 31% del club milanese (le quote attualmente in mano al businessman indonesiano, Erick Thohir) potrebbe esserci uno degli uomini più ricchi dell’intera Cina: Jack Ma, fondatore del colosso di internet Alibaba. Attualmente, Alibaba detiene già una partecipazione del 20% nell’azionariato di Suning, azionista di maggioranza del team nerazzurro, che ha dato supporto nella creazione della piattaforma di e-commerce. Di recente, Jack Ma ha inoltre stretto un’alleanza diretta col ramo sportivo di Suning. Suning, tra le più grosse società non governative retail del Dragone, produce ed installa apparecchiature per la casa, prevalentemente condizionatori.

Allo stato dei fatti, Alibaba è solo una parte delle attività tra le mani dell’imprenditore cinese, il cui capitale personale amminta a 34,6 miliardi di dollari. A Ma fa infatti capo uno dei fondi di private equity tra i più rilevanti della Cina (Yunfeng Capital); non stupisce che Suning faccia già parte del portafoglio di Yungfeng Capital.

Nonostante Jack Ma, tramite Shuai Wang (vp comunicazioni Alibaba), abbia smentito le indiscrezioni ("non ho mai sentito parlare di questa storia"), ogni strada sembra al momento portare al businessman del commercio online.

Azioni Juventus nel FTSE Mib: (breve) storia di successo

Tornando al FTSE Mib, il titolo Juventus ha guadagnato circa un terzo del proprio valore dal suo ingresso nel paniere italiano, avvenuto lo scorso 27 dicembre. Le azioni bianconere sono cresciute del 16% su base settimanale, del 25% su base mensile e del 67% su base annuale, con una capitalizzazione di borsa passata da 1,2 miliardi agli attuali 1,4.

Il titolo, che quota oggi appena sopra 1,4 euro per azione, è tornato sui livelli d’inizio ottobre, a ridosso del ritracciamento al 38,2% di Fibonacci calcolato sul movimento a rialzo registrato tra metà agosto (dopo l’acquisto di Christiano Ronaldo e l’avvio del campionato 2018/2019) e metà settembre (dopo lo scandalo dello stupro che ha coinvolto lo stesso campione bianconero).

A beneficiare della recente performance, l'acquisto del centrocampista inglese, Aaron Ramsey, nonché le indiscrezioni che vedrebbero un nuovo grande colpo nella canna del manager Fabio Paratici.

Mbappé? Modric? Prima di allora, l'appuntamento più importante in agenda sarà quello di metà febbraio, quando Juventus affronterà agli ottavi di finale di Champions league l'Atletico Madrid.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.