Grandi matrimoni in vista: operazione di M&A per Fca - Peugeot?

Non solo Deutsche Bank-Commerzbank nella stagione delle grandi unioni: Peugeot incline ad una alleanza con Fiat Chrysler. Obiettivo: penetrare il mercato Usa. Fca miglior titolo del FTSE Mib. Bene le azioni Peugeot.

Fonte: Bloomberg

Fiat Chrysler miglior titolo di mattinata a Piazza Affari, con un rialzo del 5,5%, sui massimi da oltre un mese, in area 13,40 euro per azione. Il titolo aveva perso vigore (-10% della propria capitalizzazione di borsa) lo scorso 7 febbraio dopo la presentazione dei conti, qunando il gruppo ha abbassato la guidance per l’anno 2019, a causa del rallentamento del settore auto e, in particolare, al fattore Cina, in termini di crescita e in termini di livelli di domanda.

A determinare i rialzi odierni, le dichiarazioni rilasciate ad un quotidiano francese da Robert Peugeot, a capo del gruppo Psa, che ha aperto nuovamente le porte alla possibilità di una alleanza con la società italio-americana per consolidare il proprio business al di fuori dai confini europei. In tal senso, la presenza di Fiat Chrysler tra Stati Uniti e Sud America potrebbe fare della società guidata da Mike Manley il partner ideale.

Sulle notizie di giornata anche il titolo Peugeot ha registrato variazioni positive, in crescita del 2,2% a ridosso dle livello a 22,80 euro per azione.

Operazioni di M&A per Fiat Chrysler-Peugeot?

La notizia di una possibile operazione straordinaria non ha colpito gli analisti di Mediobanca Securities, che non si attendono nel breve particolari impatti per Fca dato che il ceo di Psa aveva già confermato di recente l’apertura da parte del produttore di auto francese a stringere accordi di M&A.

Tra i partner migliori per perseguire gli scopi di Peugeot, oltre al nome di Fca compaiono in elenco anche General Motors e Land Rover. Da Mediobanca hanno quindi aggiunto: “sebbene riteniamo che qualche operazione di M&A potrebbe concretizzarsi nel settore automotive, non ce lo aspettiamo nel breve termine".

Dopo la presentazione dei risultati dello scorso febbraio Barclays ha tagliato il target price di Fca a 15 euro per azione, dai precedenti 18 euro, con un rating a equal weight (da overweight). Anche Morgan Stanley ha ridotto il suo prezzo obiettivo da 23 a 22 euro per azione.

Fca staccherà un dividendo da 0,65 euro il prossimo 23 aprile. La presentazione dei risultati dell’ultimo trimestre è invece calendarizzata il 3 maggio.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 74% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.