Week Ahead: 11-15 Febbraio, si torna a votare sull’accordo per la Brexit

Agenda dei principali eventi economici della settimana

BG_brexit_vote_eu_europe_uk_8098098

Settimana nervosa per le Borse europee dopo la revisione al ribasso da parte della Commissione Europea sulla crescita del PIL 2019 nei paesi del Vecchio Continente. In Italia si è tornato a parlare di spread Btp/Bund dopo una forte vendita dei titoli di stato italiani (spread tornato sopra i 280 punti base).

Altro tema sarà la guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina in attesa di nuovi sviluppi. Secondo le ultime indiscrezioni Trump non riuscirà a incontrare Xi Jinping prima della deadline del primo marzo. Dal 2 marzo in poi senza un accordo tra le due amministrazioni scatteranno automaticamente gli aumenti sulle tariffe commerciali.

La comunità finanziaria sarà inoltre in attesa dei nuovi voti sulla Brexit. Il 13 febbraio il Parlamento inglese voterà sul “nuovo” accordo proposto da Theresa May. Al momento sono basse le probabilità che il nuovo deal possa avere una soluzione alla clausola di backstop al confine irlandese.

Lunedì 11 Febbraio

Inflazione, Svizzera;

PIL 4T, Regno Unito;

Produzione industriale, Regno Unito;

Bilancia commerciale, Regno Unito;

Spesa per le costruzioni, Regno Unito.

Martedì 12 Febbraio

Ordini di macchinari, Giappone.

Mercoledì 13 Febbraio

Inflazione, Regno Unito;

Produzione industriale, Zona euro;

Inflazione, Stati Uniti;

Scorte di petrolio e derivati, Stati Uniti.

Regno Unito voto in Parlamento sulla Brexit, accordo aggiornato di Theresa May

Giovedì 14 Febbraio

PIL 4T, Giappone;

Cina, Bilancia commerciale;

PIL 4T, Germania;

Disoccupazione, Zona euro;

PIL 4T, Zona euro;

Prezzi alla produzione, Stati Uniti;

Richieste settimanali di disoccupazione, Stati Uniti.

Regno Unito voto in Parlamento sulla Brexit, emendamenti

Venerdì 15 Febbraio

Inflazione, Cina;

Produzione industriale, Giappone;

Vendite al dettaglio, Regno Unito;

Bilancia commerciale, Zona euro;

Indice Empire manufacturing, Stati Uniti;

Vendite al dettaglio, Stati Uniti;

Prezzi import/export, Stati Uniti;

Produzione industriale, Stati Uniti;

Indice fiducia consumatori Univ. Michigan, Stati Uniti;

Numero di trivelle attive Baker Hughes, Stati Uniti.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Trova articoli per analista

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 81% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.