UE taglia stime Italia, riflettori su Brexit

La Commissione Europea rivede fortemente al ribasso la crescita del PIL dei paesi europei. Tante tensioni nel Regno Unito per la Brexit

BG_brexit_theresa_may_098098

Mercati azionari europei negativi dopo il taglio delle stime sulla crescita del PIL nel Vecchio Continente,

Notizia molto negativa per l'Italia. La Commissione europea, come ampiamente atteso, ha tagliato le stime sul PIL dell'Italia del 2019 dal +1,2% al +0,2%. Molto peggiore rispetto ai partner europei. Il PIL 2020 è stato portato a 0,8%.

Sulle tensioni economiche lo spread btpbund è salito fino a 280 punti base.

Riflettori puntati anche sul Regno Unito. Theresa May è a Bruxelles per riaprire le trattative sulle condizioni sulla Brexit rivedendo la celebre clausola di backstop. Le dure parole del presidente del Consiglio Europeo, Donald Tusk, sulla Brexit lasciano poche speranze alla premier inglese per ottenere un accordo migliore.

Il Parlamento inglese tornerà a votare il 13 febbraio sulla Brexit.

Sempre nel Regno Unito oggi meeting della Bank of England. Le attese sono per un atteggiamento molto dovish della banca centrale che seguirà quello già evidenziato da BCE e Federal Reserve. Sarà interessante valutare anche l'inflation report che sarà pubblicato oggi.

Sul mercato azionario nonostante lo spread in crescita rimangono acquisti sulle banche dopo l'ottima trimestrale pubblicata da Unicredit.

La banca italiana ha mostrato un forte utile operativo e un efficiente miglioramento della qualità degli asset.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Trova articoli per analista

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 81% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.