Market Update - Borse superano scoglio Brexit e Apple, ora focus su Fed e Usa-Cina

Europa contrastata stamane dopo i primi responsi dagli eventi più interessanti della settimana. Gli indici hanno superato indenne il voto degli emendamenti sulla Brexit e la trimestrale di Apple. Quando manca poco più di una seduta al termine del mese, gli indici mondiali sono in rotta per chiudere una performance migliore da quasi un anno.

Partendo dagli States, il colosso di Cupertino ha rilasciato conti grosso modo in linea con le attese sia in termini di ricavi che di EPS, mentre la guidance sul trimestre in corso è rimasta invariata. Il mercato era arrivato pronto all'appuntamento dopo il warning arrivato a inizio anno, da qui il rimbalzo afterhours del titolo in borsa. Ci vorranno delle conferme oggi da parte di Facebook, Microsoft e Tesla per dare forza al recupero in atto da inizio anno.

Sul fronte Brexit, ieri la Camera dei Comuni ha approvato due emendamenti in grado di dare una linea all'intero processo. Il primo emendamento dà modo a Theresa May di tornare a rinegoziare con la Ue sulla questione back-stop. Nonostante la pronta risposta negativa arrivata del fronte Ue, crediamo che ci sia spazio per una trattativa inserendo una data di fine del backstop, magari non così vicina come vorrebbero gli inglesi. Di fatto la Ue ha già detto di non aspettarsi che il back stop sia perenne. L'altro emendamento esclude invece l'ipotesi di No Deal, che sebbene non sia vincolante, dà comunque un messaggio forte al governo di Theresa May.
La sterlina si è deprezzata, ma in maniera piuttosto contenuta rispetto al movimento messo in essere nelle ultime due settimane, segnale questo che il mercato allontana l'ipotesi più nefasta del no deal.

Tornando ad oggi, attenzioni rivolte alle trimestrali e alla Fed, con Powell che potrebbe tentare di convincere ancora con le parole gli operatori su un atteggiamento più morbido della Fed soprattutto sul tema tassi. Qualche riferimento potrebbe essere fatto anche quantitative tightening ovvero alla riduzione del bilancio della Fed, che procede al momento al ritmo di 50 miliardi al mese.
La sterilizzazione della liquidità potrebbe subire uno stop o un rallentamento, ma probabilmente ci vorrà solo marzo prima di una decisione in tal senso.

Occhi puntati anche al ritorno al tavolo dei negoziati di Cina e Usa che proseguiranno ancora domani. L'eurodollaro viaggia sopra 1,14, mentre la sterlina verso il biglietto verde è tornata sopra 1,31. Continua l'ascesa dell'oro, che è tornato al ridosso di 1.320 dollari/oncia, massimi da maggio scorso.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.