Eur/Usd, possibile spike verso 1,40

Resiste in area 1,38 il cambio tra l’euro e il dollaro statunitense nella settimana in cui si pronuncerà la Federal Reserve.

Nelle ultime settimane sembra essere tornata la canonica correlazione positiva tra euro e borse, con la moneta unica che si è spinta sino ai massimi da due anni sia verso dollaro che verso yen. Un euro così forte nuoce alle economie europee più deboli che negli ultimi mesi hanno visto incrementare i propri ordinativi dall’estero e potrebbero soffocare sul nascere i recenti segnali di ripresa. Pertanto è auspicabile un intervento da parte delle colombe della Bce volto a stemperare il recente apprezzamento dell’euro. Dal punto di vista tecnico, l’euro/dollaro si è spinto sino in area 1,3833, ultimo dei ritracciamenti di Fibonacci nella discesa dai top di maggio 2011. Il target successivo rimane a 1,40, anche se per arrivare a questo livello occorrerebbe che la Fed esplicitasse uno spostamento del taper verso la primavera del 2014. In ottica intraday, un superamento di quota 1,3835 aprirebbe a un allungo verso 1,39. Possibili pull back potrebbero portare a un test dei minimi di venerdì a 1,3775 e infine a 1,3740. In ogni caso prima del meeting della Fed di mercoledì sera sarà difficile assistere a discese sotto 1,37.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Le basi del trading

  • Tipologie di ordine

    Imparate come aprire e chiudere una posizione, scegliendo tra la semplice contrattazione immediata e le istruzioni impartite automaticamente per negoziare in vostra assenza. Gli ordini possono aiutarvi ad assicurarvi dei profitti o a proteggervi dalle perdite: scopritene i vari tipi e guardate come utilizzarli.

  • Dividendi

    Senza azioni non esisterebbe alcun mercato azionario, l'elemento vitale per qualsiasi economia nazionale. Scoprite come la negoziazione di titoli consente alle società di espandersi e svilupparsi, rappresentando allo stesso tempo un'importante fonte di guadagno per gli investitori privati e i grandi capitali.

  • Perchè usare un piano di trading?

    Un piano di trading è uno strumento che vi consente di definire chiaramente i vostri obiettivi e vi aiuta a conseguirli. In questo modulo spieghiamo come redigere e implementare un piano personale.

IG presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.