Dollar Index al ridosso di 95 punti

I recenti dati macro arrivati dagli Usa hanno limato lievemente le aspettative di un rialzo dei tassi a marzo a favore di un recupero a dicembre.

bg_usd dollar united states new 4
Fonte: Bloomberg

Anche la lettura migliore delle attese arrivata dal Pil cinese potrebbe aver contribuito a rassenerare i toni sul mercato a favore di un ritocco dei tassi a dicembre. In ogni caso, questi movimenti sono del tutto limitati e potrebbero essere solo temporanei. Il consenso rimane orientato per un rialzo dei tassi solo la prossima primavera. Il vero driver continua ad essere rappresentato dalle basse aspettative inflattive, incorporate nella breakeven sul Treasury a 10yrs, tornata in area 1,4%, minimi da aprile 2009 negli ultimi giorni. Ovviamente il petrolio e le commodity sono i principali elementi che contribuiscono a muovere tali aspettative inflattive.


Cosa aspettarsi per il biglietto verde? Crediamo che rimanga ancora soggetto a qualche pressione ribassista fugace, ma nel medio periodo dovrebbe difendersi bene nei confronti delle altre valute mondiali.


Il US Dollar Basket vede la principale resistenza a 95 punti, massimi delle ultime due settimane, dove passa ora anche la media mobile a 200 giorni. Solo un superamento di tale riferimento getterebbe le basi per un allungo in direzione di 96,90 - 97 punti, picchi di settembre e ottobre. Il livello successivo passa per 98,50 punti, massimi estivi.


Difficile che si vada oltre in questo contensto di incertezza. Segnali ribassisti si avrebbero con il cedimento di 94 punti, bottom di metà ottobre. Una rottura di tale supporto aprirebbe a una discesa verso 92,70 punti, minimi della memorabile seduta del 24 agosto scorso.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.