Aspettative contenute su non Farm payrolls dopo stime ADP

Cresce l’attesa del mercato per venerdì quando saranno pubblicati i dati sul mondo del lavoro statunitense di aprile.

oil petrolio
Fonte: Bloomberg

Gli investitori attendono di capire se il rallentamento di marzo sia stato sporadico o sia continuato anche il mese scorso. Il consenso del mercato si aspetta una crescita di 220 mila nuovi posti di lavoro, contro i 126 mila di un mese fa. Stando alle indicazioni arrivate dalle stime ADP, che in qualche modo ricalcano con un buon grado di approssimazione i non farm payrolls, i dati potrebbero essere ancora deludenti. I posti del settore privato ad aprile, infatti, hanno registrato un rialzo di 169 mila unità contro attese di 200 mila unità. È il dato più brutto da oltre un anno. I dettagli del dato continuano a mostrare un deflusso di lavoratori dal settore manifatturiero, con performance brillanti del settore terziario.

Nonostante la ripresa dei prezzi del greggio, il settore industriale rimane ancora depresso e molte aziende petrolifere sembrano mantenere un atteggiamento piuttosto cauto, continuando a tagliare gli investimenti.

Quali potrebbero essere gli sviluppi sul mercato? La volatilità in crescita richiamerebbe alla cautela. Ci aspettiamo che dei dati sotto le attese possano indebolire ancora un po’ il biglietto verde sull’aspettativa di uno slittamento del rialzo dei tassi della Fed a fine 2015. Il comparto azionario potrebbe non risentirne molto, dato che il dollaro debole dovrebbe riportare un cauto ottimismo sull’export, dopo i dati pessimi sulla bilancia commerciale di marzo. Al contrario solo delle indicazioni positive potrebbero rafforzare il biglietto verde e penalizzare maggiormente le borse.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.