Telecom sotto pressione alla vigilia del Cda

Prosegue al ribasso Telecom (-2%) alla vigilia del Cda che potrebbe decidere sull’eventuale aumento di capitale e dell’addio di Bernabè.

L’eventuale delibera dell’aumento di capitale potrebbe scongiurare un taglio del merito creditizio a junk da parte delle agenzie di rating nei prossimi giorni. Gli effetti sui prezzi di borsa potrebbero essere limitati a qualche seduta dato che i recenti minimi storici fanno pensare che il mercato abbia in parte metabolizzato questa eventualità. L’altra opzione che Telecom ha per fare cassa rimane la vendita di Tim Brasil, soprattutto ora che Telefonica diventerà il principale azionista di Telecom Italia. In tal caso i tempi sarebbero più lunghi e non eviterebbero un declassamento della tlc italiana. In ogni caso nei prossimi giorni il titolo potrebbe continuare a rimanere preda della volatilità. Dal punto di vista tecnico, forti discese vedrebbero come prima area di supporto il livello collocato a 0,60 euro e successivamente a 0,56, bottom dell’ultima settimana. Quest’ultimo livello rimane strategico per evitare ulteriori ricadute in direzione dei minimi di fine agosto a 0,50 euro. Indicazioni positive le avremo solo con un rialzo sopra 0,67, livello che ha costituito supporto negli ultimi mesi del 2012, nonché resistenza a maggio. Solo una perforazione di tale resistenza importante getterebbe le basi per un allungo verso 0,72 euro e poi verso 0,78 euro, top annuale.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.