Week Ahead: Settimana 18 – 22 Maggio

Agenda dei principali eventi economici della settimana

bg_usd dollar united states new 9
Fonte Bloomberg

Mercati azionari chiudono la settimana incerti riuscendo nelle ultime due sedute a recuperare le perdite di inizio ottava, grazie alle parole di ieri del governatore della BCE, Mario Draghi che ha affermato che il piano di quantitative easing lanciato dall'istituto centrale continuerà fino a scadenza nel settembre 2016. Inoltre Draghi ha ribadito come tale piano abbia portato incredibili benefici all'economia euro grazie anche all'attuazione degli stress test sul settore bancario europeo e al lancio di importanti riforme strutturali da parte dei paesi del Vecchio Continente.

Sui mercati valutari segnaliamo la debolezza del biglietto verde dopo i deboli dati sui consumi delle famiglie americane, sulla fiducia, sulla produzione industriale. Goldman Sachs ha deciso di rivedere le proprie stime sul PIL USA rivedendole al ribasso (sia primo trimestre da -1,0% a -1,1% che il secondo trimestre da +2,6% a +2,5%).

Le cifre macro da tenere sotto controllo saranno le cifre sull’inflazione (Zona Euro e Stati Uniti) e gli indi di fiducia in Germania (ZEW e IFO).

 

Lunedì 18 Maggio

Ordinativi di macchinari, GIAPPONE;

Bilancia commerciale, ITALIA;

Indice NAHB sul settore immobiliare, STATI UNITI.

 

Martedì 19 Maggio

Inflazione, GRAN BRETAGNA;

Prezzi alla Produzione, GRAN BRETAGNA;

Bilancia commerciale, ZONA EURO;

Inflazione, ZONA EURO;

Indice ZEW, GERMANIA;

Nuovi cantieri residenziali, STATI UNITI;

Licenze edilizie, STATI UNITI.

 

Mercoledì 20 Maggio

PIL 1T, Giappone;

Prezzi alla Produzione, GERMANIA.

 

Giovedì 21 Maggio

Bilancia delle partite correnti, ZONA EURO;

Vendite al dettaglio, GRAN BRETAGNA;

Sussidi settimanali di disoccupazione, STATI UNITI;

Vendite di case esistenti, STATI UNITI.

 

Venerdì 22 Maggio

Rapporto Tankan, GIAPPONE;

PIL 1T, Germania;

Indice di fiducia dei consumatori, FRANCIA;

Indice IFO Germania;

Ordini industriali, ITALIA;

Vendite al dettaglio, ITALIA;

Inflazione, STATI UNITI.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.