Week Ahead: Settimana 09 – 13 Marzo

Agenda dei principali eventi economici della settimana

bg_syriza_tsipras_greece_1570267
Fonte Bloomberg

Tornano le tensioni sulla Grecia con il meeting odierno dell’Eurogruppo a Bruxelles. Le autorità finanziarie di Eurolandia non sono particolarmente soddisfatte delle riforme proposte da Tsipras-Varoufakis.

Da questa settimana parte ufficialmente il piano di acquisto di titoli di stato da parte della BCE. Ogni mese l’istituto di Francoforte comprerà 60 mld di euro in titoli governativi (titoli di stato, ABS e covered bond).

Gli indici europei hanno toccato livelli record, ma i mercati degli Stati Uniti mostrano i primi segnali di debolezza. I membri del Board della Federal Reserve potrebbero cominciare a pensare a un aumento dei tassi d’interesse già a giugno dopo il brillante report sul mondo del lavoro pubblicato venerdì, anche se la crescita dei salari debole è ancora un problema.

Da segnalare tra gli eventi societari la presentazione del Apple Watch. 

 

Lunedì 09 Marzo

Meeting Eurogruppo a Bruxelles su Grecia, ZONA EURO;

Inizio piano quantitative easing BCE, ZONA EURO;

Bilancia Commerciale, GERMANIA;

Audizioni dei governatori FED, STATI UNITI.

 

Martedì 10 Marzo

Inflazione, CINA;

Disoccupazione, SVIZZERA.

 

Mercoledì 11 Marzo

Ordinativi macchinari, GIAPPONE;

Vendite al dettaglio, Produzione industriale, CINA;

Audizioni Draghi, Praet, Liikanen, Nowotny a Francoforte, GERMANIA;

Produzione industriale e manifatturiera, GRAN BRETAGNA;

Meeting Banca Centrale NZ, NUOVA ZELANDA.

 

Giovedì 12 Marzo

Disoccupazione, AUSTRALIA;

Inflazione, GERMANIA;

Produzione industriale, ZONA EURO;

Sussidi settimanali di disoccupazione, STATI UNITI;

Vendite al dettaglio, STATI UNITI;

Scorte all’ingrosso, STATI UNITI.

 

Venerdì 13 Marzo

Produzione industriale, GIAPPONE;

Indice dei prezzi alla produzione, STATI UNITI;

Indice di fiducia consumatori (Michigan), STATI UNITI.

 

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.