Oro vola ai massimi da 3 settimane

Forte risalita per il metallo prezioso in scia alle tensioni sui mercati emerse nelle ultime sedute.

bg_gold_bars_1261699
Fonte: Bloomberg

Il prezzo dell'oro nell'ultima settimana ha guadagnato quasi il 2%, passando dai 1.280 dollari/oncia, toccati venerdì scorso, a 1.323 dollari di questa mattina.
Le tensioni a livello geopolitico nell'Est Europa e in Medio Oriente hanno rapidamente guadagnato terreno nelle ultime ore. A nostro avviso, gli operatori temono che l'annuncio di Obama sull'attacco aereo ai ribelli in Iraq possa fungere da mossa intimidatoria verso la Russia. Rimane questo il vero fronte caldo che potrebbe gettare nel panico gli investitori, con ripercussioni soprattutto nella vicina Europa.
Dal punto di vista tecnico, l'oro potrebbe tornare a mettere pressione ai massimi di inizio luglio, a 1.345 dollari. L'ostacolo principale prima di raggiungere questo target rimane a 1.325 dollari. Solo una perentoria vittoria dei massimi del mese scorso potrebbe aprire a un allungo verso 1.380 dollari, dove passa la media mobile a 200 settimane. Questo è un ostacolo difficile da superare.
Un eventuale affievolimento delle tensioni potrebbe riportare le quotazioni verso 1.309 dollari. Il supporto interessante rimane a 1.280 dollari, bottom di inizio mese, al di sotto del quale si assisterebbe a un ritorno verso 1.240 dollari.
 

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.