Giornata no per l'automotive. Brembo a capo dei ribassi

Lusso al centro delle vendite, ma non solo: in profondo ribasso anche il comparto dell'auto italiano ed europeo. In rosso Ferrari, Fiat Chrysler, Sogefi, CNH Industrial ed Exor, suguite da Volkswagen, Daimler e BMW.

settore auto

Non solo settore del lusso al centro delle vendite: l’incertezza legata alla tenuta del mercato italiano, assieme ai timori di un rallentamento della crescita economica globale e al potenziale calo della produttività cinese hanno spinto a ribasso il comparto dell’automotive. A capo dell’accelerata a ribasso a Piazza Affari, Brembo ha registrato perdite che hanno sfiorato il 5%. Male anche Ferrari NV, Fiat Chrysler , Sogefi, CNH Industrial ed Exor, che passano di mano registrando perdite tra l'1 e il 3 per cento; negativo, inoltre, l'indice FTSE Italia All-Share Automobiles & Parts, tornato sul minimo di inizio settembre con oltre due punti di flessione.

L’andamento non soddisfacente del settore auto italiano si allinea a quello europeo, con le eccellenze tedesche Volkswagen, Daimler e BMW che lasciano oggi sul terreno oltre il punto percentuale.

Tra i casi di giornata, Fiat Chrysler Automobiles ha scontato negativamente le anticipazioni sulla vendita di Magneti Marelli, che dovrebbe aver luogo entro la fine del mese. L’acquirente è il fondo di private equity, Kkr: la valutazione si attesta attorno ad un enterprise value di 5,5 mld di euro, una via di mezzo tra le cifre anticipate dal mercato di 5 e 6 miliardi.

A livello settoriale, i ministri europei sono giunti oggi ad un accordo sul taglio delle emissioni di CO2 entro 2030. La riduzione sarà nell’ordine del 35%. Anche la Germania, primo produttore auto d'Europa, ha deciso all’ultimo di votare per il testo preparato dalla presidenza austriaca della Ue. Ora si attende l’avvio del negoziato con i deputati europei, denominato 'trilogo' perché partecipa anche la Commissione.

Nel limbo dell’Unione, il settore automobilistico britannico si sta invece preparando ad una no-deal dalla Brexit, con singole aziende del settore (tra cui Society of Motor Manufacturers and Traders (SMMT) che stanno lanciando nuovi programmi d’informativa ed assistenza alla clientela.

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.